A A A
RIPETI ANCHE TU QUESTA GITAFOTO PRECEDENTIREPERTORIOITINERARIO
CORREGGI LA TUA GITAGITE PRECEDENTITRACCE GPSPANO 360°
 C'ERO ANCH'IO IN QUESTA GITASTAMPAAIUTO
  
Nome gitaCAVIAS (TESTA DI) :: (m. 2594) 
Valle :: ZonaValle Stura (dx orograf.) :: Alpi Marittime 
Localita partenzaPietraporzio (m. 1246) 
Accesso stradaleCUNEO - Borgo S.D. - Demonte - Vinadio 
Dislivello totale1348 metri
Esposizione
DifficoltàBS 
Attrezzat. necess.rampant utili 
Note gitaGita da intraprendere con neve assolutamente sicura. Sopra q. 1900 ca i pendii sono abbastanza ripidi se pur protetti in parte da radi larici.
E' nota anche come Testa di Ciavias 
Data  domenica 12 febbraio 2017 Giudizio  5    
Autore  Riccardo Murisasco
MeteoNuvoloso, lieve nevischio a tratti, visibilità quasi perfetta 
Località eff. part.Pietraporzio 
Percorribil. stradanulla da segnalare 
Portagesalita5 minuti
discesa5 minuti
Dislivello effettivo1434 metri
Qualità
neve
Farinosa asciutta leggera - Super!
Farinosa asciutta leggera - Super!
Farinosa asciutta leggera - Super!
Altezza
neve
130 cm
80 cm
40 cm
Pericolo valanghe
Scala Aineva   : non indicata   
Dettagli : Oltre il limite del bosco forte. In pineta tutto ok
Note effettuazione
Saliti solo fino al limite superiore del bosco per due volte. Vista la scarsa visibilità oltre questa quota non siamo neanche andati a vedere se fosse stato possibile proseguire più avanti in sicurezza.
Il pericolo valanghe 4 c'è tutto, per gite impegnative oltre il limite della vegetazione occorrerà aspettare.
Entrambe le discese le abbiamo effettuate in variante, al dritto in pineta sulla sx rispetto l'itinerario di salita.
La prima discesa a picco sul gias e la seconda ancora più a sx.
Condizioni eccezionali, rare e perfette: discese magnifiche!
Nessuno di noi conosceva personalmente Alberto, lo sfortunato scialpinista morto ieri sotto una valanga.
Durante la salita e la discesa lo abbiamo più volte ricordato riflettendo come la nostra amata montagna, che oggi ci ha regalato la gioia di una sciata memorabile, possa all' improvviso diventare fonte di dolore e disperazione.
Le nostre condoglianze più sincere vanno ai suoi famigliari ed in particolare alla sua giovane moglie con la sua figlioletta. 
Note compagniaIo, mio figlio Andrea, Roby, Luca ed Enrico incontrato strada facendo 
AffollamentoNessuno 
Foto della gita
alias personali
Ho scattato male... Il salto era bello!
Andrea in discesa
Apre il gas al massimo!
Il Ciccio infarinato
Gran pow pow powder
Roby in discesa
Ancora Roby
E anche Luca
Anch'io mi diverto!
Il Ciccio a massima velocità!
Gran neve, gran giornata!
     
Questa scheda è stata visualizzata 780 volte
COMMENTI
 Riccardo Murisasco13/02/17 ore 18:04 :-)
 Riccardo Murisasco13/02/17 ore 18:04 Ottimo fine gita con cin cin da Renzo ad Aisone!!!
In questa stagione ci sono già state 3 effettuazioni registrate di questa gita. Eccole qui sotto in ordine cronologico, dalla più recente alla meno recente.
N.Data
effett.
Giud.
(0-5)
Qualità neve
in alto (), a metà () e in basso ()
Altezza neve
in quota (), a metà () e alla partenza ()
Autore
segnalazione
04/035 Farinosa asciutta leggera
Farinosa asciutta leggera
Farinosa asciutta leggera
120 cm
100 cm
40 cm
Riccardo Murisasco
12/025 Farinosa asciutta leggera - Super!
Farinosa asciutta leggera - Super!
Farinosa asciutta leggera - Super!
130 cm
80 cm
40 cm
Riccardo Murisasco
12/025 Farinosa asciutta leggera
Farinosa asciutta leggera
Farinosa asciutta leggera
110 cm
70 cm
35 cm
Roberto Peano

Itinerario
Si sale lungo la forestale per il Pian della Regina (1550 ca) e poi di volge a sinistra per immettersi nel vallone che scende dalla Colletta Bernarda; si segue cioè il Rio Costis. Ancora per 4 o 5 tornanti si segue la forestale che via via diventa sempre più stretta e ripida.
A q. 1900 ca ci si immette in un piccolo pianoro con a destra una bella grangia (Grangia dei Prati Costis). Continuando sempre diritti o al massimo a sinistra si sale verso la Colletta Bernarda. Viceversa per il Cavias si deve tendere verso destra per superare un ripido pendio fra radi larici.
Si giunge a costeggiare una quota (2292 m) che si lascia a sinistra per poi proseguire in uno stretto canalone (a destra) che sbuca direttamente a lato della vetta.
Si può anche salire, dalla quota 2292, in direzione SE un ripido e largo pendio canale per sbucare ad un colletto a q. 2480. Da qui mancano un centinaio di metri per arrivare in vetta percorrendo a piedi una cresta nevosa orientata a NE. 
Discesa
Lungo la via di salita o attraverso il ripido canale orientato a N 
FonteUgo Bottari 
Se riscontri degli errori in questa scheda, qualsiasi tipo di errore, sei pregato di segnalarlo con questo modulo. Grazie ![ 93 ms ]
Riguardo . . .
... Pietraporzio
  Previsioni del tempo
  Elenco gite valle Valle Stura (dx orograf.)
  Nivometri della valle/zona
  Mappa delle gite effettuabili
  Accesso autostradale
... Riccardo Murisasco
  Chiedi maggiori informazioni
  Elenco delle sue gite in questa stagione
  Mappa delle sue gite in questa stagione
  Galleria di tutte le sue fotografie
... le tue prossime gite
  Bollettino valanghe AINEVA
  Previsioni neve AINEVA
  Qualita e altezza neve delle ultime 20 gite