Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
Ponte quota 1600
24/05/2014
Sergio Falchero
4-Primaverile
-
-Primaverile
-
-
-
Note : Strada percorribile fino al ponte di quota 1600, si attraversano 2 grandi valanghe e si trova la neve continua poco oltre il rifugio, oggi buon rigelo e ottime condizioni nel vallone alto, non necessari i ramponi , molto consigliati i rampant, ultimi 50 metri sul sentiero estivo. Discesa molto bella nella parte alta una volta ritornati nel vallone neve irregolare che per fortuna aveva mollato il giusto consentendoci di arrivare a 10 minuti dal rifugio con gli sci. 
Pomticello strada Talarico
10/05/2014
Riccardo Murisasco
2-Recente in trasformazione
-
-Rossa compatta
-
-
-
Note : Soli soletti io e mio figlio Andrea nel vallone, molti hanno scelto invece di salire alla cima Borgonio. Saliti senza ramponi, sci ai piedi fino al termine ultimo della neve, pochi metri sotto la cresta, dove inizia il divertente tratto di "misto" pietre e redidui di neve fino alla punta. Da qui con breve tratto a piedi siam saliti in cima. Panorama di prim' ordine, nessuno intorno a noi e vari puntini in movimento sulle cime circostanti. Gran caldo, siamo scesi alle 12.00 e quindi la neve ne aveva già risentito; scendendo prima sarebbero stati 3 SCI. In alto ci sono ancora buone condizioni ovunque. Speriamo che molli il caldo! 
Rif Talarico 1719m
28/04/2012
Ugo Bottari
2-crostosa difficile
-
-marcia
-buona in alto, già al limite in basso
-
-
Note : Vista neve sostanzialmente portante in salita, anche noi speravamo meglio. Abbiamo raggiunto la punta, dopo aver abbandonato gli sci su enorme valanga -già posatasi da ieri- e abbiamo proseguito, ramponi ai piedi, su terreno insidioso di rocce verglassate, placche di neve su fondo prevalentemente duro.. e buchi vari prospicenti a rocce. In discesa ci ha raggiunto una nebbia sempre più fastidiosa, soprattutto perché ha rovinato pesantemente la neve, rendendola a tratti di difficile lettura (Ugo se l'è viceversa cavata meglio, utilizzando lo stile particolarissimo del fratello Paolo, il Cavaliere.....). Brevi tratti di neve bella e consistente, dal fondo quasi marron, si sono succeduti a facili pendii con neve quasi pessima. Al fondo una marcetta profonda, ma sempre curvabile, ci ha permesso raggiungere il pianoro del Talarico....dopo aver arato, non solo noi, il pendio sovrastante per chi verrà nei prx giorni. 
Rif Talarico 1719m
28/04/2012
Roberto Peano
2-crostosa difficile
-
-marcia
-buona in alto, già al limite in basso
-
-
Note : Vista neve sostanzialmente portante in salita, anche noi speravamo in meglio. Abbiamo raggiunto la punta, dopo aver abbandonato gli sci su enorme valanga -già posatasi da ieri- e abbiamo proseguito, ramponi ai piedi, su terreno insidioso di rocce verglassate, placche di neve su fondo prevalentemente duro.. e buchi vari prospicenti a rocce. In discesa ci ha raggiunto una nebbia sempre più fastidiosa, soprattutto perché ha rovinato pesantemente la neve, rendendola a tratti di difficile lettura (Ugo se l'è viceversa cavata meglio, utilizzando lo stile particolarissimo del fratello Paolo, il Cavaliere.....). Brevi tratti di neve bella e consistente, dal fondo quasi marron, si sono succeduti a facili pendii con neve quasi pessima. Al fondo una marcetta profonda, ma sempre curvabile, ci ha permesso raggiungere il pianoro del Talarico....dopo aver arato, non solo noi, il pendio sovrastante per chi verrà nei prx giorni. 
Pietraporzio
10/03/2012
Fabrizio Barbero
5-powder
-
-farina
-scarsa in basso molta in alto
-
-
Note : Non sono salito sul Becco Alto ma ho fatto il giro salendo da Pietraporzio,scendendo a Pontebernardo attraverso il Passo del Vallone. Solo due persone davanti a me che andavano verso il Tenibres a hanno battuto e che ringrazio,anche se in effetti da battere era solo dal bivio per lo Zanotti in su.Faticosa da battere invece per uscire sul Passo del Vallone.Gran discesa nel vallone di Pontebernardo non essendoci tracce se non quella provvidenziale di salita di qualcuno verso Vens o Ubac che mi ha aiutato non poco sulla strada dai Prati del Vallone in giù Condizioni perfette,-4 alla partenza,neve un pò scarsa sopra Pian della Regina mentre la strada che scende a Pontebernardo essendo asfaltata permette di scendere con gli sci fino in fondo,forse ancora domani 
q. 1600 strada per Talarico
22/05/2011
Marco Conti
4-firn
-
-firn saponoso ma sciabilissimo
-abbondante sopra 1900
-
-
Note : Peccato per la grande slavina sulla strada che ha aumentato il portage sino un pò sopra al Talarico, non più di mezzora cmq ben accettabile, e soprattutto lontani dal carnaio del Ghiliè...che sinceramente rasenta l'inverosimile. La gita è bellissima, in ambiente alpestre e solitario con pendii sempre sostenuti dopo bivio. Altre due persone con noi e tre alla Cima del Vallone; una stella in meno per il portage...per il resto discesa stupenda e sfruttando le limgue si arriva a cinque minuti dal Talarico 
Ultimo tornante prima di prati del Vallone
15/05/2011
Bobo Santi
4-Primaverile
-
-Primaverile
-Abbondante da 1900m
-
-
Note : Partiamo da Savona col morale sotto i tacchi, prendiamo acqua fino quasi a Demonte ... ma è proprio vero che: "sbaglia sempre chi resta a casa" ... e miracolosamente veniamo premiati con una giornata spettacolare!!! La mattinata è bella fresca e il rigelo stavolta c'è ... eccome se c'è!!! Camminiamo una ventina di minuti e mettiamo gli sci sopra il Talarico abbandonato il vallone principale e svoltato a sx siamo costretti a mettere i coltelli ... Arrivati al passo del Vallone facendo il canalino di sx su neve molto dura arriviamo sci ai piedi fino a circa 80 m dalla cima. L'ultimo tratto su misto lo facciamo ramponi ai piedi... Discesa su pendii molto belli e sostenuti, peccato per la neve un pò troppo dura sopratutto in alto... Rimanendo a dx si scende quasi al Talarico... 
Pontebernardo (Pietraporzio)
08/05/2011
Roberto Peano
3-molto umida e inconsistente
-
-primaverile lenta e umida
-abbondante da 1900m
-
-
Note : Si parte dalla macchina un pò oltre la evidente curva di circa 1580m e si portano gli sci a spalle in discesa (salvo tratti non lunghi in sci) per circa 20'. Noi abbiamo scelto come meta il Becco Alto del Piz dal momento che tale vetta non era ancora stata raggiunta da noi tutti precedentemente e ....visto la notevole frequentazione del Vallone verso altre punte... Nessun rigelo notturno a queste quote, per cui neve bruttina nella parte alta, divenuta decisamente migliore già a partire dai 2.600m in poi, anche se assai faticosa e lenta. 
Pontebernardo (Pietraporzio)
08/05/2011
Ugo Bottari
3-molto umida e inconsistente
-
-primaverile lenta e umida
-abbondante da 1900m
-
-
Note : Si parte dalla macchina un pò oltre la evidente curva di circa 1580m e si portano gli sci a spalle in discesa (salvo tratti non lunghi in sci) per circa 20'. Noi abbiamo scelto come meta il Becco Alto del Piz dal momento che tale vetta non era ancora stata raggiunta da noi tutti precedentemente e ....visto la notevole frequentazione del Vallone verso altre punte... Nessun rigelo notturno a queste quote, per cui neve bruttina nella parte alta, divenuta decisamente migliore già a partire dai 2.600m in poi, anche se assai faticosa e lenta. 
talarico
24/06/2010
Riccardo Murisasco
2-neve compatta con strato superficiale di puro ghiaccio
-
-compatta molto ondulata e con buchi
-ancora abbondante per la stagione dai 2000
-
-
Note : Giornata spettacolare, non una nuvola e panorami mozzafiato. Partiti presto, volevamo salire il vallone che porta al becco Alto del Piz e poi salire il canale a destra prima del passo del vallone per andare alla Testa del Vallone. Dai 2500 mt in poi abbiamo trovato neve compatta con strato superficiale di puro ghiaccio praticamente insciabile e quindi abbiamo rinunciato subito alla salita del canale per ovvie ragioni di sicurezza ( oltretutto non potevamo aspettare il rammollimento perchè dovevamo andare a lavorare ). Abbiamo optato per la più facile cima del Becco Alto del Piz - panorama eccezionale dalla cima. Io sbagiando ho portato su gli sci fin dove finisce la neve mentre il mio compagno saggiamente li ha lasciati sotto il canale ed è salito e sceso con ramponi divertendosi un sacco a guardarmi scendere con gli sci il primo pezzo completamente rivestito di ghiaccio con mille peripezie - praticamente ho fatto la prima curva da fermo e la derapata è terminata 20 mt sotto - praticamente non ci si teneva in piedi... Scendendo teniamo la sx in ricerca dei primi raggi di sole - finisce il tratto con lo strato di ghiaccio superficiale - inizia un piccolo tratto abbastanza liscio e con neve decente e poi in basso il festival dei buchi, gobbette, rigole e tazze..... Se qualcuno vuole fare qualche gita nel vallone dal lato a nord consiglio ovviamente di iniziare la discesa molto più tardi quando il sole ha potuto lavorare la neve - la quantità di neve presente è notevole per il periodo è inizia ad essere semi-liscia dai 2500 mt in sù - sotto è molto molto molto a buchi. 
Talarico
19/06/2010
Riccardo Murisasco
3-Primaverile estiva
-
-Primaverile estiva ondulata
-Ancora abbondante dai 2000
-
-
Note : Partiti presto con otto gradi. Neve comunque portante. Per essere quasi a fine giugno tre sci meritati!! Neve continua dal primo risalto sopra il Talarico fino circa 100 mt sotto la cima che si raggiunge su roccette ormai completamente pulite senza difficolta'. Unico neo la neve ondulata in basso ma nel complesso tutto ok.