Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
Prati del Vallone (q. 1710 ca)
01/06/2018
Ugo Bottari
2-un paio di cm di neve fresca scivolosa
-
-
-
-
-
Note : Si può affermare che l'innevamento è soddisfacente ma altrettanto non si può dire riguardo la qualità della neve, principalmente a causa di ondulazioni, conche e conchette che caratterizzano quasi tutto il percorso, perlomeno a valle del Passo di Vens. Stranamente - e non saprei trovarne la causa - nei pressi del rif. della Lausa c'è una zona finemente coperta da una sabbiolina nera e qui la neve è quasi perfettamente liscia. In discesa, giunti sul bordo dell'ultima rampa, conviene spostarsi verso sinistra e, con 2/3 metti/togli di 5/10 minuti si arriva a pochi metri dal parcheggio, praticamente alla medesima quota. 
rif. Talarico
06/05/2016
Giacomo Olivero
4-dal passo alla cima
-sotto il passo, molto lavorata, svalangata
-bellissima la rossa
-
-
-
Note : Bella salita pomeridiana. Al passo di Vens neve ghiacciata. Buona discesa specialmente a partire dal rif.della Lausa dove domina la bellissima rossa. In salita 25 minuti sci a spalle, discesa sfruttando tutto l'esistente si arriva a 10 minuti dall'auto. Io con Luisella che mi ha accompagnato fino al cippo Giusta per poi fuggire a scuola a pacificare allievi e genitori. 
poco sopra i Prati del Vallone
28/05/2015
Marco Campalo
5-
-
-
-
-
-
Note : L'idea iniziale era risalire il canale di Vens, salire sulla cima Borgonio, scendere nel canale fino alla base della Lausa, risalire il canalone fino al Bivacco Vigna e poi scendere a perdifiato fino alla fine dell'ultima lingua di neve: l'idea è diventata realtà. Vallone magnificamente innevato, canale di Vens già mollato in salita alle 8 (fatta con gli sci). Discesa dal Borgonio da 4 sci, risalita al colle della Lausa in ramponi su un biliardo bianco, effettuata con l'acquolina in bocca. Discesa atomica da 6 sci con urli svariati di entusiasmo totale dal bivacco Vigna fino alla base del Muraglione mediano su neve liscia dura con 3 cm di granatina superficiale da sballo. Muro mediano più molle ma sempre molto veloce e parte bassa leggermente gibbosa ma con un contorno di anemoni, rigoli d'acqua e camosci 
Prati del Vallone
27/05/2015
Giacomino Bongiovanni
4-
-
-
-
-
-
Note : Un'oretta sci in spalla ma poi ne è valsa la pena bella neve primaverile su tutto il percorso,il canale che porta al colle di Vens in condizioni eccezionali...peccato che siamo quasi a giugno... 
Strada per Il Talarico
29/04/2015
Riccardo Murisasco
2-
-
-
-
-
-
Note : Partiti presto con intenzione di salire un canale delle Cime di Vens rinunciamo a causa della situazione neve. Praticamente ieri sono cadute slavine superficiali di neve recente in TUTTI i possibili punti ripidi del vallone. Quindi si opta per una tranquilla Borgonio, anche qui con il canale che sale al passo di Vens slavinato... Tempo brutto, tante nuvole, poco sole e visibilità a tratti pessima hanno fatto il resto... Pendii superiori in crosta di farina recente, canale di Vens semislavinato, pendii mediani e inferiori in trasformata che sarebbe anche stata bella se il sole avesse potuto almeno imburrarla un po'... I pendii non ripidi i prossimi giorni non potranno che migliorare! 
al ponte poco sopra il "marghè"
29/05/2014
Giacomino Bongiovanni
4-una trentina di cm per l'ulima nevicata
-
-0
-
-
-
Note : Volevamo salire alla testa del vallone ma la neve vetrata per salire nella diramazione del Becco Alto del Piz ci ha fatto cambiare idea...puntiamo al Borgonio ma dal cippo in su tantissima neve fresca non amalgamata con quella sotto...ci fermiamo sotto il passo di Vens su un bel pietrone a goderci il panorama...molte valanghe spontanee sui pendii più ripidi a sud e a est.. 
Parking Talarico
29/06/2013
Riccardo Murisasco
3-Estiva
-
-Estiva rigolata o ondulata
-
-
-
Note : Si portano gli sci a spalle fino al ripiano superiore e volendo si puó ancora proseguire a piedi fino al pendio del bivacco Lausa. La mattina neve ben dura ed irregolare: rigolata e a conchette. Parte mediana e superiore migliori. Neve continua fino a pochi metri dalla cima. Discesa ancora molto bella a patto di scegliere ad arte i pendii e le esposizioni migliori. Se rimangono queste temperature potrebbe essere fattibile ancora 10/15 giorni. 
prati del Vallone
16/05/2012
Giacomino Bongiovanni
5-primaverile dura
-
-primaverile umida
-sufficiente
-
-
Note : Gita con il magone,sono senza Jolie che corre dietro alle marmotte che mi salta sullo zaino che fa sentire la sua affettuosa presenza, mi pare di essere foll! Senza la mia compagna di centinaia di gite,ma deve guarire…almeno lo spero! Comunque oggi gita fanatastica alla cima Borgogno assieme a nonna Renata e nonno Aldo ma se tutte le nonne e i nonni fossero così! Salire canali e scenderli con gli sci… i tempi sono cambiati durante la gita ho visto solo teste canute o pelate,quindi largo ai “vecchi”! Giornata splendida e neve cotta a puntino per la discesa più di così…si più di così si può,se ci fosse stata anche Jolie! 
Un po' prima del ponte - quota 1590
14/03/2012
Riccardo Murisasco
4-Primaverile morbida - farina
-
-Primaverile morbida
-sufficiente in basso - discreta in alto
-
-
Note : La strada per i Prati del Vallone è parzialmente innevata e ghiacciata ma con un 4x4 si sale fino a quota 1590; c'è però il divieto... Contato in tutto 8 tracce in tutto il vallone distribuite sui vari itinerari. Noi abbiamo scelto di salire la Borgonio in quanto a nord la farina era stata toccata abbastanza dal vento e non era più un granchè. Prima delle 8 del mattino il canale di Vens si saliva tranquillamente su neve già morbida. Bel sole da tintarella!!! Mentre lo saliamo un' aquila gigante ci sorvola a pochi metri di altezza... Uno spettacolo della natura.... Non muoveva le ali e il vento la portava dove lei voleva... Arrivati in punta scendiamo direttamente il ripido pendio a sx che porta nella conca tra Borgonio e Clai Superior e poi ancora giù fin quasi al Lac de Montagnette su farinella compressata ventata divertente. Qui nessuna traccia e buon innevamento. Ripelliamo e in breve raggiungiamo nuovamente il passo di Vens - discesa del canale stupenda su neve burrosa bella liscia. Parte intermedia intervallata con tratti di farina vecchia e tratti di primaverile in trasformazione. E' uscita una bella gita... peccato che sembrava di essere a fine maggio... 
Parcheggio del rif. Tallarico
04/12/2011
Roberto Bazzano
3-Crosta morbida su fondo duro
-
-Crosta potante molto dura alternata a crosta non portante
-20/80 ca.
-
-
Note : Siamo arrivati con l'auto fino al parcheggio (4x4) comunque si arriva tranquillamente fino al ponticello. Sci ai pidi dalla macchina, salita regolare. anche lungo il canale di Vens (ancora in buono stato). Gita molto bella con un 'ottimo panorama, poca gente sul percorso ina decina di Ski-Alp. Qualita' manto nevoso: dalla vetta fino alla parte bassa del canale leggera crosta con neve farinosa su fondo consistente; parte mediana del percorso crosta non portante ma sciabile; parte finale fino alla macchina un misto di crosta portante a tratti ghiacciata, con alternanza di crosta non portante. Gita efettuata con Mario ( La parte alta meriterebbe 4 sci, i 3 sci sono una media) 
Rif Talarico 1719m
27/11/2011
Ugo Bottari
4-farina a tratti ventata
-
-firina o primaverile dura
-più che sufficiente
-
-
Note : Bella gita effettuata quasi in solitaria, avendo approfittato di Pandina 4x4 -in forma splendida- che ci ha permesso di arrivare al Talarico in macchina e calzare gli sci in solitudine. La scelta poi della nostra gita dal Passo di Vens alla Punta Borgonio ci ha fatto godere, ancora in solitudine, di sole piacevole, neve varia ma a tratti splendida (soprattutto la farina), con pochi tratti bruttini (sotto a Vens per circa 150m). Sugli itinerari dal Talarico in sù erano presenti una trentina almeno di sci-alp 
Rif Talarico 1719m
27/11/2011
Roberto Peano
4-farina a tratti ventata
-
-farina tracciata o primaverile dura
-più che sufficiente
-
-
Note : Bella gita effettuata quasi in solitaria, avendo approfittato di Pandina 4x4 -in forma splendida- che ci ha permesso di arrivare al Talarico in macchina e calzare gli sci in solitudine. La scelta poi della nostra gita dal Passo di Vens alla Punta Borgonio ci ha fatto godere, ancora da soli, di sole piacevole, neve varia ma a tratti splendida (soprattutto la farina), con pochi tratti bruttini (sotto a Vens per circa 150m) e ambiente da camous !!. Sugli itinerari dal Talarico in sù erano presenti una trentina almeno di sci-alp 
Prati del Vallone m 1720 ca.
12/06/2011
Renzo Dirienzi
3-molto morbida
-
-a scodelle
-appena sufficiente
-
-
Note : Ugo ha correttamente quotato a m 1980 l'inizio dell'innevamento pressochè continuo. Per la Cima Borgonio la neve c'è ancora, anche nel finale dopo il Passo di Vens, ma è pochina. Ho trovato nevi accettabili, molto morbide nel canalone del Passo di Vens, e morbide anche più in basso, dove conviene stare nei tratti più pistati e lisci. 
Posteggio prima del ponticello strada Talarico quota 1590
08/05/2011
Riccardo Murisasco
3-polenta
-
-primaverile
-sufficiente in basso - buona in alto
-
-
Note : Partiti con altre idee ripieghiamo sulla Cima Borgogno causa alte temperature e rigelo scarso. L' auto si lascia a 30 minuti a piedi dal Talarico, poi neve continua. Scesi dalla cima alle 9 su neve tipo granita subito molto molle, che tendeva a scaricare sul ripido ma comunque ancora abbastanza divertente. Pendii inferiori su neve un po' + compatta divertente. Se ci fosse stato rigelo sarebbe stata sicuramente un' ottima gita. I pendii ripidi tendono ancora a scaricare vista la buona quantità di neve ancora presente e le temperature molto calde. 
Solito ponticello prima delle valanghe. Quota 1630
03/06/2010
Riccardo Murisasco
2-Primaverile
-
-Primaverile
-Abbondante dai 2000
-
-
Note : Posteggiare al ponticello. Si sale con fuoristrada poco di piu' e si fatica a girarsi. Rigelo sufficiente. Giornata molto calda. Inizio discesa ore 9.00. Da punta a colletto firn 5 sci. Canale vens slavinato e semi moliccio. Parte medio alta primaverile morbida. Dal rif. Lausa in giu' molto molto molto ondulata con buchi e solchetti vari dura perche' ancora in ombra. Pendio finale si arriva quasi al Talarico con slalom mooooolto speciale..... In pratica: di neve c'e' ne ancora parecchia ma la qualita' non e' un granche'.... 
poco prima del pianoro del Talarico
14/06/2009
Daniele Sclavo
4-ok
-
-discreta
-dove c'è è abbondante
-
-
Note : Si è obbligati a lasciare la macchina a circa 1700 m a causa di una grossa valanga e si portano gli sci fino al pianoro soprastante il rifugio (circa 1950 m.). Da qui in poi neve abbondante fino a 10 m dalla cima. Siamo poi scesi per vedere una nuova valletta, fin quasi al rifugio di Vens., la neve era veramente bella solo fino al primo lago delle montagnette. Sarebbe stata una furbata salire il Clai e scendere al laghetto, la neve era liscia e cotta il giusto. 
vallone di pontebernardo, quota 1570
07/06/2009
Anna Garelli
4-primaverile con qualche chiazza di farinetta
-
-primaverile
-alla frutta in basso, in alto ancora tanta
-
-
Note : siamo partiti tardino (alle 9 circa dalla macchina) e abbiamo fatto bene perchè abbiamo evitato l'effetto neve grattugia si scia ancora bene anche se in basso si sta sciogliendo a vista d'occhio 
Pontebernardo (Pietraporzio)
20/06/2008
Claudio Tortone
3-trasformata
-
-dissestata per forti pioggie
-discreta
-
-
Note : gli sci si portano per 20 minuti (c'è neve dal primo pianoro) però fino al rif lausa la neve è molto ondulata per forti pioggie. Di li in su la neve è perfetta, ma indispensabili i coltelli e i ramponi per il passo terminale della lausa. 
tornante q. 1828 sopra Prati del Vallone
12/06/2008
Ugo Bottari
4-marciotta superficialmente
-
-estiva, ben compatta ma un po' ondulata
-buona; continua da q. 1950
-
-
Note : La neve in basso è ben compatta, a volte dura ma con piccole onde superficiali. La salita a passo di Vens è stata ostacolata da neve - al contrario - molle in superficie e saponosa; lo stesso nell'ultimo tratto a monte del passo di Vens. In discesa ho provocato, fino al passo, numerose piccole valanghe superficiali che hanno liberato il pendio dalla "pappa" e consentito un migliore sciata. A valle del passo il buon innevamento mi ha permesso di scendere (togliendo una sola volta gli sci) fino a q. 1920. Cento metri a piedi è stato un buon prezzo per pagare questa gita. Arrivato alla macchina, prima ancora di togliere gli sci dallo zaino, con tempismo eccezionale, è iniziato a piovere. 
Pontebernardo (Pietraporzio)
16/04/2008
Anna Garelli
4-un po' compattata dal vento e leggermente crostosa
-
-primaverile trasformata
-tanta
-
-
Note : si sale in macchina circa un km fin vicino alla neve penso sui 1450 m nessun togli e metti, per adesso in alto la neve fresca è stata un po' compressa dal vento e quindi faceva un po' crosta farà in fretta a sistemarsi intorno c'erano dei pendii molto carichi, tipo per andare alla testa del vallone (che era la meta della nostra gita) il canale di vens era abbastanza a posto, è venuto giù qualcosetta ma di poca rilevanza complessivamante bellissima gita 
Prati del Vallone
26/05/2005
Ugo Bottari
3-marcia in superficie
-
-
-sufficiente da q. 2000 ca in su
-
-
Note : Si mettono gli sci a q. 2000 circa e si scende sci ai piedi dalla cima, sia pure ponendo attenzione a qualche pietra nelle zone (rare) in cui la neve è più inconsistente (alias marcia) . Neve un po' difficile e faticosa, tranne nell'ultimissima parte (in basso) ove il sole non era ancora arrivato e quindi la neve (quasi tutta di valanga) era più "soda".  
Rifugio Talarico
15/05/2005
Sonia Balbis
4-primaverile, con una spruzzata di fresca in alto
-
-
-da sufficiente a buona
-
-
Note : Bellissima gita in un vallone ancora abbastanza ricco di neve: gli sci si portano per una mezz'oretta fino al piano, oltre la prima rampa sopra il Rif. Talarico. Neve abbastanza dura in salita nella prima parte, ma canale che sale al Passo di Vens fattibile tutto con gli sci ai piedi. Noi abbiamo iniziato la discesa intorno alle 10, trovando neve splendida dalla cima al passo (fondo compatto con un leggero strato recente sopra), poi un po' più molle lungo il canale ed infine primaverile, più o meno dura, a seconda dell'esposizione, fino all'ultimo pianoro, dove, nelle zone all'ombra era ancora ghiacciata. 
Pontebernardo
08/05/2005
Alessandro Monaco
4-trasformata
-
-
-buon innnevamento su tutto il percorso
-
-
Note : Abbiamo portato gli sci dal Rifugio Talarico per circa 20 min. fino al primo ripiano. Di qui sci ai piedi (eccetto l'uscita dal canalone di Vens) fino in punta. Discesa su una magnifica neve trasformata. Tenendoci sulla dx orografica del vallone siamo risuciti a raggiungere (per lingue di neve) il piano ove è situato il rifugio. 
Rifugio Talarico
07/05/2005
Davide Pegoraro
5-Primaverile
-
-
-Da sufficiente a molta - neve a circa 20 minuti dal rifugio Talarico
-
-
Note : In macchina fino al rifugio Talarico e poi a piedi per circa una ventina di minuti. Siamo scesi alle 10.30. 
Rif. Talarico
08/06/2003
Roberto Peano
4-buona nel versante francese, mediocre ad onde in quello ital
-
-
-sufficiente nel complesso
-
-
Note : effettuato interessante giro, proposto su "lalpinistavirtuale" il 5/05/03 da Laura Martini, ma senza salita alla cima Borgonio. Ambiente bello e, malgrado il calendario, ancora tardo invernale, almeno e soprattutto nel bellissimo tratto di discesa e risalita in Francia. Grazie ancora a Laura e Don Franco per l'indiretto suggerimento.  
Rif. Talarico
05/06/2003
Laura Martini
4-Perfetta nella parte francese.A onde nella parte italiana, d
-
-
-sufficiente
-
-
Note : Saliti al colle del Vallonetto ridiscesi verso i laghi di Vens, risaliti alla cima Borgonio (Si pensava al Clai ma non era abbastanza innevato)ridiscesi al colle di Vens e rif. Talarico. E' stata una gita di sci un pò treking in compagnia di Silvano Giovanni e il Don, ma ne è valsa la pena!