Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
Torello 1393mt.
26/02/2015
Luciano Garuzzo
4-
-
-
-
-
-
Note : Saliti al Buchet e poi in , parte per cresta , giunti sulla Piovosa su tracciato preesistente Scesi direttamente dalla cima ad incontrare il combal de la Pena che abbiamo percorso per un lungo tratto. Discesa su neve farinosa profonda leggera , stando sui pendii a NO. Molto piacevole. Parte bassa , neve piu umida ma ugualmente ottimamente sciabile. 
Tolosano (Marmora) m 1516
01/01/2014
Renzo Dirienzi
5-farinosa (ultimi metri ventata)
-
-farinosa
-
-
-
Note : Per smaltire gli eccessi del cenone di San Silvestro... L'itinerario è tutto in neve neve farinosa di ottima qualità, scorrevole e profonda. In alcuni tratti è già un po' tracciato, ma sono riuscito a trovare quasi sempre un po' di spazio per me. Ad esempio la parte alta del canalone è triturata, ma il costone sulla ds. orogr. era quasi intonso. 
Tolosano
31/12/2013
Marin Botanica
5-ventata compatta sulla cresta finale
-
-farinosa
-
-
-
Note : non si poteva chiudere meglio il 2013. qualità dei pendii e della neve decisamente ottimi su tutto il percorso. Malgrado i passaggi precedenti ci sono ancora ampi spazi a disposizione. 
garino
04/12/2013
Anna Garelli
4-farina, ultimo tratto di cresta: neve dura
-
-farina
-
-
-
Note : siamo partiti da b.ta garino, anche se si arriva comodamente in auto fino a tolosano; io, scesa dalla macchina sci ai piedi, mi sono fatta una prima salita verso quota 2288 (buchet); poi ho fatto una bellissima discesa in una farina quasi intonsa; quindi sono risalita verso la piovosa; non ho più potuto fare la cresta finale, perchè intanto gli altri avevano cominciato a scendere; tolte le pelli alla veloce giù dinuovo nella farina (un po' di tracce in più, qualche pietra da fare attenzione: un punto in meno nella valutazione) oggi oltre noi 10, una ventina di altri 
Tolosano
04/12/2013
Roberto Mandirola
4-farinosa, croste da vento portanti sulla breve cresta
-
-farinosa, umida e pesante nella barte più bassa
-
-
-
Note : Partenza da Tolosano seguendo una traccia che risaliva il costone più accidentato a destra (nel senso di salita) del Combal della Pena per poi riunirsi all'itinerario consueto sotto il canalone NO. Traccia nervosa con innumerevoli giravolte e piuttosto faticosa. Discesa con neve farinosa subito sotto la cresta e nel canalone NO. La mancanza di un fondo portante costringe a prestare attenzione ai massi grossi e piccoli che ingombrano il canalone e dove è facile toccare nei passaggi obbligati. Sotto il canalone siamo scesi sul versante destro (orografico questa volta) del Combal della Pena con neve ottima e larghi spazi non tracciati. Neve molto umidificata negli ultimi metri di discesa. 
Màrmora / Torello
11/03/2012
Bruno Terzolo
4-ventata / farinosa
-
-molle
-scarsa ma sufficiente
-
-
Note : Discesa diretta dalla Punta sul versante N con deviazione a sx su canale (max.35°/40°) sconosciuto a tutti (o quasi...) 
Tolosano
28/02/2012
Roberto Dolfini
5-trasformata
-
-marcetta
-scarsa alla partenza buona copertura salendo
-
-
Note : Partendo da Tolosano si ha l'impressione che la stagione volga al termine ,poi man mano che si sale migliora la copertura nevosa .Percorso quasi tutto in ombra con traccia gelata sino nei pressi della cresta ci ha consigliato l'uso dei rampant, Raggiunta la cima, siamo scesi nel versante sud-ovest Combale dell'Oliveto,qui neve perfetta, trasformata, ammorbidita dal sole sino alla strada di collegamento con Tolosano .Vista la giornata e la sciata il giudizio non puo che essere il massimo.Un saluto ad Edoardo scialpinista pinerolese incontrato alla partenza con il quale abbiamo condiviso la gita 
Tolosano
26/02/2012
Andrea Mori
4-primaverile
-
-umida sulla strada di rientro
-abbondante in alto sufficiente in basso
-
-
Note : Siamo saliti dal canalone NW: la neve nella parte bassa del bosco ormai scarseggia ma in alto migliora decisamente. Della bella farina dei giorni precedenti tuttavia resta ben poco; neve dura e ghiacciata sulla cresta e negli ultimi metri prima della vetta. Così, visto che per una volta era presto, siamo scesi nello stupendo Combale dell'Oliveto dove la neve era già trasformata e cotta a puntino, poi, tenendosi sulla sx orografica al riparo dei larici, abbiamo incredibilmente trovato ancora tanta farina che abbiamo seguito fino a ricongiungerci in basso sulla poderale e quindi alla strada di rientro a Tolosano, scorrevole e morbida, pure divertente e rilassante. Temperature equatoriali durante il giorno mitigate da un venticello fresco in punta. Buono il rigelo notturno 
s sebastiano
18/02/2012
Anna Garelli
3-un primo brevissimo tratto dura e poi farina
-
-farina e poi tratti di crosta e farina
-abbastanza
-
-
Note : partiti da s sebastiano (1338 m) bella traccia a salire (per chi aveva le pelli "in regola" eh, michele?) in discesa, dopo il breve tratto duro della cresta, farina, pur un po' lavorata fino in basso ultima parte neve farinosa alternata a crosta sciabile (per chi manovra bene gli attrezzi) scendendo, in basso ci siamo tenuti sulla sn, in modo da evitare il tratto di asfalto con anna oggi senzarenato, michele che ha faticato perchè ha voluto fare il furbo con pelli "ultralait" e sergio 
San Sebastiano (Marmora)
25/11/2010
Luca Frola
4-farina
-
-farina
-Concordo con Roberto Peano,nella parte bassa occorre prestare attenzione "neve ancora scarsa".
-
-
Note : Freddo e vento in punta, seguito ottime traccie già presenti,ambiente molto bello anche perchè non cera nessuno al difuori di noi! 
Tolosano
24/11/2010
Cesare Bellone
4-farina super
-
-farina
-abbondante in alto
-
-
Note : Bella gita in ambiente tipo "ghiacciaia" e con temperature intorno a -10°. La circolazione alle mani e ai piedi riprende nuovamente al sole, che benedetto illumina la parte terminale del percorso. Neve assolutamente eccezionale su lunghissimi pendii ancora vergini, malgrado l'iitenerario avesse tracce precedenti di Iccio e &, apprezzate comunque in salita. L'itinerario è stato re-inventato nella parte bassa per cercare ancora farina vergine. 
Tolosano
24/11/2010
Ugo Bottari
4-farina super
-
-farina
-abbondante in alto
-
-
Note : Bella gita in ambiente tipo "ghiacciaia" e con temperature intorno a -10°. La circolazione alle mani e ai piedi riprende nuovamente al sole, che benedetto illumina la parte terminale del percorso. Neve assolutamente eccezionale su lunghissimi pendii ancora vergini, malgrado l'iitenerario avesse tracce precedenti di Iccio e &, apprezzate comunque in salita. L'itinerario è stato re-inventato nella parte bassa per cercare ancora farina vergine. 
Tolosano
24/11/2010
Roberto Peano
4-farina super
-
-farina
-abbondante in alto
-
-
Note : Bella gita in ambiente tipo "ghiacciaia" e con temperature intorno a -10°. La circolazione alle mani e ai piedi riprende nuovamente al sole, che benedetto illumina la parte terminale del percorso. Neve assolutamente eccezionale su lunghissimi pendii ancora vergini, malgrado l'iitenerario avesse tracce precedenti di Iccio e &, apprezzate comunque in salita. L'itinerario è stato re-inventato nella parte bassa (Chiot de la Pissa) per cercare ancora farina vergine. 
Tolosano (Canosio)
22/11/2010
Fabrizio Barbero
4-farina
-
-farina
-scarsa in basso,molta in alto
-
-
Note : Powder e ancora powder In basso scarseggia negli ultimi 200 metri Saliti il costone di sinistra e recuperato le tracce di Jacolus del giorno prima nella parte alta 
San Sebastiano (Marmora)
14/03/2010
Marco Conti
5-polvere sterpitosa
-
-farina
-abbondante
-
-
Note : Al momento è la gita più bella della stagione sia per qualità, sia per la bellezza del percorso. Voglio dire subito che un + a questa valutazione (che ho riportato quasi integralmente dalla bellissima guida di Bruno Rosano) non guasterebbe, anzi... la ripidezza del tratto che precede la cresta ed una certa pericolosità latente dovuta agli incombenti pendii che costeggiano metà del percorso, ne fanno una gita di prim'ordine in termini di scelta del momento giusto...(informarsi sul posto è stata una cosa saggia) Fuori dal lariceto il canale s'impenna sino a costringere a traversare a sx. sulla contropendenza ripidissima che porta di nuovo relativamente al sicuro su una costa di radi larici ancora ben ripida. Un saluto all'espertissimo scialpinista di Borgo con compagna uniche persone insieme a noi sull'itinerario ed altri due gulliveriani che si son fidati delle nostre dritte che saliti da sud-ovest sono letteralmente impazziti dalla goduria in discesa