Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
Chialvetta
04/03/2018
Riccardo Murisasco
3-
-
-
-
-
-
Note : Arrivati a Prato Ciorlero Andrea ha pigramente scelto di non andare ad aiutare tre poveri scialpinisti a fare la traccia verso il Bric Cassin ma seguire la traccia verso destra che ci ha poi portato senza nessuna fatica in cima al Canale N della Peroni. Mentre salivamo lo sfottevo e lui mi rispondeva che se fossimo andati verso il Bric Cassin lo avrei "costretto" a battersela tutta mentre io da dietro avrei approfittato per conversare amabilmente con gli altri tre... Hi, hi, hi, sarebbe proprio andata così!!! Tornando alla Peroni posso dire che è stata una bella gita, il canale era a posto in discreta/buona farina; il tratto mediano del percorso è stato viceversa caratterizzato da crosta da vento non portante per un lungo tratto, questo ha abbassato il giudizio finale. Grazie quindi ai 4 splendidi battitori: Marco e Giorgio - Romy e Marcy Pranzetto finale in ottima compagnia (M e G) a parlare di montagna. Una bella giornata! 
Chialvetta
04/03/2018
Marco Reineri
3-
-
-
-
-
-
Note : Visto che le super condizioni di ieri oggi proviamo a osare un po di più. Da chialvetta a Prato ciorliero saliamo su bella traccia e farina super. Li decidiamo di seguire una traccia già fatta e andiamo verso la Peroni. Raggiunto i battitori decidiamo di condividere con loro la salita visto che c è tantissima neve. Parlando scopriamo che sono due grandi sciatori del cunese..... sono la mitica romi giri e il compagno Marcello. Con cambi veloci e costanti arriviamo al conoide su neve però non bellissima. Il canale invece è in farina bella.... Marcello lo batte alla grande e in un attimo siamo in punta. Discesa del canale molto bella, e alla fine di esso altro super incontro! Riccardo e Andrea che salgono. Tratto mediano si crosta difficile da sciare,poi di nuovo bella sui ripidi pendii su Prato ciorliero. Ottima gita e ottima compagnia. Grazie per la traccia la Romy e Marcello e ottimo pranzo a chialvetta con Riccardo... Per me è gio wek end bellissimo sulla neve. 
chialvetta
30/12/2016
Marco Reineri
3-
-
-
-
-
-
Note : Per l'ultima gita dell'anno volevamo fare qualcosa di veloce ma bello. Pronti via e sbagliamo strada, la gita si trasforma in un viaggio per le valli stura e maira. risaliamo a prato ciorliero agevolmente, passiamo sotto il cobre e qui sbagliamo, anziché andare verso l'escalon andiamo al passo la croce orientale. Da qui anziché tornare indietro consultiamo la mappa e decidiamo di andare avanti e raggiungere la Peroni facendo il giro. Dal passo scendiamo lato stura su neve in via di trasformazione ma molto bella. Ripelliamo per risalire al passo Peroni, da li ci buttiamo verso laghi di Roburent inferiore. Ripelliamo e risaliamo canale sud della peroni. Da li finalmente il canale nord e possiamo dire di essere arrivati su Rocca peroni. Gran giro dai panorami bellissimi ma con 1600m di dislivello circa. La parte alta del canale era segnata dai vari passaggi, da meta in giu ottima farina fno a Prato Ciorliero. Rientro finale a Chialvetta su stradina bella liscia. Buon Pranzo da Livio e buon anno a tutti gli sciatori. 
Chialvetta
12/03/2016
Luciano Garuzzo
5-
-
-
-
-
-
Note : Temperatura in aumento , ma a nord la neve si e´mantenuta farinosa. Saliti su ottima traccia , la neve profonda e farinosa ha permesso di giungere a pochi metri dal colletto sci ai piedi. Fermati al colletto. Poco prudente traversare il lato sud per risalire i pochi metri fino alla cima. Discesa da sballo su neve profonda e in larga parte intonsa fino a Prato Ciorliero. Poi la stradina e i facili pendii da Viviere a Chialvette 
chialvetta
07/12/2013
Luciano Garuzzo
2-varia
-
-varia
-
-
-
Note : Giornata di sole , temperatura ottimale. Lasciati gli sci 50 mt sotto il colletto (pietre) e proseguito a piedi fino alla rocca.Coltelli non necessari per il tratto con gli sci. Non necessari i ramponi per la cima. Discesa non particolarmente piacevole per le condizioni della neve ( tratti di farina intervallati da tratti con neve crostosa ). Strada di rientro ben sciabile. 
Chialvetta
19/02/2012
Riccardo Murisasco
3-Farinella e crosta da vento a macchia di leopardo
-
-Tratti di farina vecchia ventata e crosta da vento
-Discreta sul percorso. Poca in cresta finale.
-
-
Note : Ho messo 3SCI perche' il posto e' molto bello e per il fatto di aver trovato tutti i pendii completamente vergini ma la qualita' pessima della neve nella parte alta del canale abbasserebbe il giudizio. Siamo partiti da Chialvetta su sentiero strada pistato e poi siamo saliti nel vallone Roccetta ( itinerario Vanclava / Scaletta ) fino a quota 2250 dal falsopiano. Breve colazione al riparo di un grande masso e poi ricominciamo la salita tenendo la sx fino al Passo dell' Escalon. Scendiamo quindi dalla parte opposta - primo tratto ghiacciato - e cercando di non perdere troppa quota nel vallone Costa Denti arriviamo dal conoide del canale nord. La salita si intuisce subito ostica: tratti di farinella su fondo duro scivoloso alternati a crosta da vento a tratti friabile slavinosa e a tratti dura. Raggiungiamo gli speroncini di roccia quasi in cima al canale e calziamo i ramponi per l' ultimo tratto: poca neve, difficile. Tratti di neve tipo beton durissima, qualche accumulo da dover evitare e tratti di farina vecchia su fondo duro scivoloso. Arrivati al colletto inizio la salita verso sx per la punta che raggiungo ravanando non poco visto la poca neve durissima alternata a roccette verglassate. Con un innevamento piu' abbondante tipo quello delle scorse annate sicuramente la parte finale del canale e il tratto per la cima sarebbero migliori tanto da permettere la discesa con gli sci dalla cima con attenzione. Invece io oggi ho faticato pure a scendere rampu munito!!! Poco sotto il colletto in prossimita' di uno speroncino di roccia ricalziamo gli sci per iniziare la discesa vera e propria. Il canale sarebbe bellissimo.... Sarebbe.... Scendiamo su crosta da vento della serie: lo sci affonda e non esce piu'! Poi piu' in basso la situazione migliora e si riescono ad inanellare alcune curvette con molta attenzione. Discesa verso la vecchia caserma su pendii anch' essi intonsi e poi giu' fino a Prato Ciorliero con tratto finale in buona farina divertente. Consiglio l' itinerario con condizioni di innevamento piu' abbondante tenendo conto che il tratto finale del canale e sopratutto la cresta risentono molto dell' azione eolica.