Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
Pian della Mussa
10/05/2015
Luciano Garuzzo
4-
-
-
-
-
-
Note : Buon rigelo notturno. Salita senza problemi nel canale d'Arnas su neve morbida (buona traccia), poi nessun problema fino alla cima ( arrivati verso le 11.coltelli non indispensabili ).Inizio discesa verso le 11.40 . Discesa ottima fino al canale su primaverile morbida. Puro divertimento. Canale piu' impegnativo per le condizioni della neve,(attenzione alle pietre) ma seguendo il pistato discesa discreta fino a 10 minuti dalla strada. Importante l'ora di discesa,troppo presto si rischia di trovare neve molto dura nella parte alta. L'opposto se si scende tardi. 
Pian della Mussa m. 1750
09/05/2015
Sergio Falchero
3-
-
-
-
-
-
Note : Partenza alle ore 7.00 con ben 8°C, rigelo inesistente fino al termine del canalone d'Arnas, salita del canalone facilitata dalla neve già molliccia e dall'ottima traccia. All'uscita del canalone le condizioni cambiano, forte rigelo e neve durissima, purtroppo cambia anche il meteo, arrivano velature e ogni tanto si fa sentire un fresco venticedllo da nord, sugli ultimi pendi una spolverata di fresca. Discesa su neve durissima fino al canalone, peccato, mentre la neve marcia ma non sfondosa nel canalone ci regala una divertente discesa fino alla testata del pian della Mussa da dove in una decina di minuti raggiungiamo il parcheggio. *Rifugio Gastaldi aperto. 
pian della Mussa
10/05/2012
Giacomino Bongiovanni
3-dura portante
-
-molle bagnata e fondo di valanghe
-abbontante
-
-
Note : Questa volta sono espatriato nelle valli di Lanzo,l’obbiettivo era l’Albaron di Savoia,ma arrivati al pian della Mussa da lontano il canalone delle capre era un po’ “magro” anche se non presentava buchi,ma con queste alte temperature non si siamo fidati,allora abbiamo dirottato la nostra gita alla punta Adami salendo per il lunghissimo ma più sicuro canalone d’Arnas,è abbiamo fatto bene,fino all’uscita la neve era polenta,ma poi…che spettacolo,la Bessanese ci saluta,non l’avevo mai vista così da vicino,saliamo su una bella neve portate che sembra primaverile,durante la salita ci raggiungono due simpatici ragazzi di Coazze,mi chiedono perché non c’è Jolie,ma in queste gite dove ci sono i ghiacciai, anche se piccoli preferisco non portarla,a lei piace scorazzare da per tutto e non vorrei che finisse in un buco. Sulla vetta si sta proprio bene,una giornata spettacolare,è bello arrivare in punta e vedere montagne meno conosciute,la voglia di conoscerle meglio fa partorire altri intenarari che si vorrebbe fare,poi si mettono nel cassetto… Discesa bellissima direi sublime,poi la musica cambia a scendere il canalone,qua ci vuole grinta e forza per aggredire il fondo valangoso,ma anche questa discesa mi ha soddisfatto molto,le mie gambe vecchie e stanche fanno ancora il loro dovere… Ancora un sosta beveratoria presso l’auto dove dai compagni incontrati ci viene offerto un liquore amarissimo ma buonissimo e un buon caffè. Poi ancora un’occhiata a queste splendide montagne che scintillano al sole pomeridiano e via già con la mente di tornare presto prima che la neve finisca… 
Pian della Mussa
09/04/2012
Luciano Garuzzo
4-crosta portante
-
-trasformata
-sufficente in basso , abbondante in alto
-
-
Note : Si calzano gli sci a 3 minuti dalla macchina. Nel canale d'Arnas (500 mt.) utili i rampant . La punta si raggiuge a piedi per roccette. Primi 200mt. crosta non portante poi crosta portante liscia fino all' imbocco del canale ( sciata molto piacevole ) ,Il canale in buone condizione . Scesi su neve trasformata , marcetta al punto giusto fino alla macchina (ore 13 )