Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
rifugio scarfiotti quota 2100
28/05/2016
Mario Lo Monaco
3-
-
-
-
-
-
Note : Partiti alle 8.00 tra gli ultimi e portati gli sci fino al pianoro superiore dopo i tornanti. Bella giornata con qualche nuvola sulle punte e vento leggero dal passo in su. Scesi in un momento di schiarita sulla parte alta su neve cedevole ma sciabile. I tratti più ripidi con bella primaverili sul tratto intermedio neve non completamente trasformata e assenza di rigelo gli sci sfondavano leggermente. Per arrivare con gli più bassi possibile siamo andati a prendere il canale tutto a sinistra con un paio di togli e metti. Arrivati alla stradina sul bordo ancora neve che permetteva di arrivare a 5 min dalla macchina. 
Rifugio Scarfiotti
24/05/2015
Renzo Dirienzi
4-
-
-
-
-
-
Note : Meteo bruttino oggi, con una sola schiarita durante la salita e anche un po' di nebbia. La neve invece era una primaverile molto bella. Salita e discesa dal P.so Fourneaux, su itinerario facile e distensivo. Portage: in salita una mezzora, ma il percorso è comodo. In discesa si arriva quasi alle macchine, con alcune brevi interruzioni (ho parcheggiato sopra il rifugio a m 2170), sia seguendo sempre ii tornanti della strada, oppure intercettandola per il canalone parallelo a quello con la cascata (ma c'è un tratto da fare senza sci). 
Rifugio Scarfiotti
23/05/2015
Sergio Falchero
4-
-
-
-
-
-
Note : Partiti alle 7.45 dal parcheggio del Rifugio, portage fino al pianoro su prati e lingue di neve ottimamente rigelate, di poco superiore allo O°C la temperatura alla partenza. Iniziata la discesa alle 10.40, il sottoscritto verso il passo dei Forneaux mentre Francesca e Guido nel canalone sud-ovest, in entrambi i casi ottima scelta anche se il canalone era un po' segnato e con neve ancora duretta, parte centrale molto bella con neve che iniziava a mollare il giusto, parte finale su neve ben assestata, due brevi traversi sul prato per arrivare al pendio che permette di arrivare a non più di 5 minuti dal parcheggio. 
dal primo tornante sopra lo scarfiotti
06/06/2014
Mario Lo Monaco
4-primaverile leggermente sfondosa
-
-primaverile compatta
-
-
-
Note : Sono partito alle 8.30 da poco soprra il rifugio scarfiottti. Sci sullo zaino fino a pian dei morti tagliando i tornanti in mezzora dove la neve é continua fino in punta ( al passo dei fourneaux un paio di metri senza). Sceso alle 12.00 con bella neve morbida su tutto l'itinerario tranne che per brevi tratti leggermente sfondosa. Si spinge in un tratto sui pianori intermedi. Purtroppo non c'è più continuità di neve fino alla macchina pertanto ho preferito ripercorrere a piedi la parte fatta all'andata. Oggi solo qualche nuvola che disturbava il panorama verso la valle di susa ed una leggera brezza fredda solo in punta. Oggi temperature alte, nessun rigelo. 
rif. Scarfiotti
01/06/2014
Gianrico Delfino
5-Primaverile
-
-Primaverile
-
-
-
Note : Accesso stradale libero fino al rifugio. La strada ci è sembrata un po' peggiorata dall'anno scorso. Sci in spalla in salita fino al Pian dei Morti(q.2500 ca.), in discesa seguendo i canali sopra la strada, si cammina sci in spalla una decina di minuti. Ok rigelo notturno e ottima neve primaverile dalla vetta fino in fondo al canale (inizio discesa a mezzogiorno). 
Rifugio Scarfiotti m 2165
25/05/2014
Sergio Falchero
3-Primaverile
-
-Primaverile bagnata
-
-
-
Note : Partiti alle 7.00 dal rifugio Scarfiotti, raggiungibile in auto senza problemi, sci in spalle fino al pianoro sopra le "scale", purtroppo constatiamo che la nostra meta è avvolta da grandi nubi che "vanno" ma soprattutto "vengono", e poco prima del passo dei Founaux veniamo avvolti da esse, grazie alla labile traccia di salita di ieri riusciamo ad arrivare in vetta; vento e nuvole ci fanno compagnia, attendiamo una schiarita per iniziare la discesa, dopo una decina di minuti un a debole schiarita cin permette di ritornare al colle dove constatiamo che chi ci seguiva ha fatto dietrofront, fortunatamente raggiunto il vallone la situazione visibilità migliora, scendiamo veloci su bella neve, incontriamo tre scialp che salgono e poco dopo non vedo un'onda di neve e mi schianto almeno due metri sotto, caviglia dolorante, a caldo riesco comunque a scendere divertendomi fino a 5 minuti dall'auto. Speriamo di non aver compromeso le ultime gite di stagione. 
2150 bivio per il Rifugio Scarfiotti
23/06/2013
Giuseppe Chiappero
4-estiva
-
-assente
-
-
-
Note : Cielo terso, forte rigelo notturno. Neve continua a circa 45 ' dalla macchina. Salito dalla normale, sceso dal ripido canale ovest direttamente dalla punta, con neve ancora molto dura. Sciata di grande soddisfazione. Eli prudente mi osserva dalla cresta e preferisce tornare dall'itinerario di salita. Gradito incontro in vetta con un gruppo di sciatori pinerolesi. 
bivio per lo scarfiotti quota 2150 m
18/06/2013
Mario Lo Monaco
2-Molle ma compatta
-
-molle ma compatta
-
-
-
Note : Siamo partiti dalla sbarra a quota 2150 alle 7.00, temperatura sopra i 10°C. Sci sullo zaino fino a pian dei morti 2450 m in 45 minuti tagliando per sentiero. Da qui neve continua senza rigelo ma compatta fino in punta passando dal passo dei Fourneaux. Bella giornata fino quasi in punta quando è venuta la nebbia avvolgendo tutta la cima. Abbiamo aspettato oltre mezzora poi visto che non si apriva abbiamo iniziato la discesa seguendo le tracce di salita ed ogni tanto ci è stato utile il gps. Sotto il colle la visibilità è migliorata ma gli sci scorrevano poco o niente. A pian dei morti abbiamo tolto gli sci e rinunciato ad andare a prendere le lingue di neve che ci avrebbero portato fin quasi al parcheggio. I nostri sci presentavano lungo tutta la soletta una sostanza grassa appiccicosa "quantità di grani pollinici, soprattutto di specie arboree provenienti dalle aree forestali limitrofe (Pinus, Larix, Fagus)". Questa è la definizione che ho trovato su un articolo AINEVA del 2009 in riferimento alle analisi chimiche che avevano fatto all'epoca . Questo fenomeno pare si sia ripetuto anche quest'anno sulle marittime. Gita comunque di notevole sviluppo di oltre 8 Km di solo andata con 1200 m di dislivello. 
poco sotto la diga di Rochelles
04/05/2013
Giacomino Bongiovanni
5-primaverile
-
-ptimaverile umida
-
-
-
Note : Oggi non trovare resse sugli incinerare sci-alpinistici è stato abbastanza facile,basta non andare a seguire il Mezzalama e scegliere un itinerario lungo con tanto spostamento e magare portate gli sci in spalla per qualche tratto.Bhe! io e i miei amici allergici alle resse ,siccome avevamo un conto in sospese con la Sommellier toppata l’altro giorno causa nebbia ,ho colto l’occasione di proporla dal vallone di Rochemolles. Era tanto anni che non andavo da quelle parti. Allora levataccia e via…si arriva con l’auto poco prima della diga ma sorpresa! Jessica ha dimenticato i bastoncini,che fare? No problem! Troviamo dei rami le mettiamo delle rotelle (che noi abbiamo sempre di scorta) incerottiamo il tutto e …voilà le jeux sont fait! Certo confidiamo che quando arriviamo al rif.Scarfiotti di “affitarne” un paio,ma lo troviamo chiuso,allora facciamo di necessità virtù,Jessica sale la Sommelier con quei bastoni di legno che abbiamo adattati a bastoncini,e io e Franco portiamo sullo zaino altri bastoni di scorta…Arriviamo al passo Fourneaux che è un spettacolo,che giornata! Dal passo il passo è breve per raggiungere la vetta,che chiamandosi Sommelier ne approfittiamo per parafrasare i sommelier. Non saremo più scesi con una giornata così,ma il piacere non è solo la salita ma la sorpresa che ci offre la discesa,propongo di scendere la valle Fredda tanto per vedere panorami nuovi,ma che neve abbiamo travato,un velluto,una moquette,una cosa innimaginabile…poi un po molle ma mai sfondosa nel tratto più a valle,fino ad arrivare sci ai piedi fino alla strada,una breve sgambata per recuperare l’auto più a monte,mentre la Pierre Menue dall’alto dei suoi 3500 mt ci osserva noi unici misantropi che hanno preferito sfuggire alle resse per gustare in intimo silenzio le bellezze di queste valli… 
il primo tornante sopra dopo la sbarra quota 2200 circa
14/06/2012
Mario Lo Monaco
4-primaverile firn
-
-primaverile marcetta ma ben sciabile
-continuità fino ai Fournoux da pian dei morti
-
-
Note : Partiti verso le 7.00. Abbiamo portato gli sci per 45 min. fino al pian dei morti. Ottimo rigelo. Dal passo dei fourneaux mancanza di continuità di pochi metri per un paio di volte. Bella giornata con un venticello in punta. Nuvoloni solo nel versante francese. Oltre a noi solo uno skialp che è sceso direttamente dal canale ovest. Noi abbiamo iniziato la discesa alle 12.00 e la neve era perfetta, solo l'ultima parte vicino al pian dei morti superficie a palla da golf, ma mollando non dava particolarmente fastidio. Dal piano con un lungo spostamento e leggera risalita e con diversi gava e buta si può scendere su un canale che porta vicino alla macchina ma a mio avviso non ne vale la pena per via del fatto che si perde tanto tempo, il canalino è stretto e ci sono parecchie pietre nella zona più bassa. Oggi solo Frank è riuscito a scenderlo integralmente in ottimo assetto da Telemark! Con Fabio e Frank. 
Rochemolles (Bardonecchia)
07/05/2011
Mario Lo Monaco
4-primaverile
-
-primaverole
-continua da quota 2450
-
-
Note : Siamo partiti dal parcheggio, poco sotto lo Scarfiotti 2150 m alle 7.45. Abbiamo portato gli sci sullo zaino per circa un ora tagliando i tornanti a tratti su sentiero fino a pian dei morti quota 2450 m circa. Neve continua con buon rigelo fino in punta. Sosta prolungata e alle 12.00 circa discesa. A quota 3200 girato a destra e scesi per un ripido ma ampio canale con bella neve.Visto che eravamo spostati troppo a destra man mano ci siamo ricollegati alla via di salita. Arrivati di nuovo al pian dei morti ci siamo tenuti alti, su resti di valanga, a tratti spingendo per circa 15 minuti attraversando tratti di erba per guadagnare il canale "gorgia" abbastanza ripido ma molto bello e poco tracciato fino ad incrociare la strada e di nuovo un tratto di neve svalangata con numerose gobbe ma ben sciabile quindi la striscia di neve sulla strada sterrata fin quasi alle macchine ( a 5 minuti). Neve per lo più tutta primaverile e ben portante quella che ci è capitata a noi! Con Fabio e Guido che mi hanno aspettato in punta. Abbiamo incontrato parecchia gente che conosciamo e che saluto: Roberto, Frank ( con telemark), Marco, gli ever Greeen. 
Rifugio Scarfiotti
07/05/2011
Marco Ariotti
4-firn
-
-trasformata
-sufficiente dal Pian dei Morti
-
-
Note : Portage dal parcheggio (poco prima della sbarra dello Scarfiotti) al pian dei Morti, qualcuno ha invece messo gli sci e, ravanando, è riuscito a passare dal ripido canale sopra il rifugio che però stamane si presentava con neve bella duretta (ottimo rigelo notturno). Lungo ma piacevole trasferimento fino alla cima (neve continua, temperatura gradevole, compagnia ben predisposta) dove ci ha accolti un vento non proprio primaverile... Discesa lungo il canale diretto dalla vetta che, alle 11.30, si presentava in condizioni S T R E P I T O S E: la miglior neve di tutta la stagione... Ci siamo ricongiunti all'itinerario di salita dove abbiamo trovato neve tutto sommato sciabilissima (a parte un paio di punti in cui si sfondava) e siamo riusciti ad arrivare, con qualche gava e buta, a meno di 50 mt dall'auto. CONSIGLIATISSIMA! 1 sci in meno per il portage, anche se c'è chi mi ha suggerito di metterne 5 senza troppe paturnie perché giornata e sciata sono state fantastiche 
curva a gomito tra Rochemolles e la diga omonima (torrente Almiane)
18/05/2010
Edgardo Ferrero
4-crosta portante in cima, poi primaverile dura
-
-primaverile
-50-90 cm
-
-
Note : Lunga gita effettuata in traversata con salita dal vallone d'Almiane, discesa sul vallone di Fond, salita alla P. Sommeiller, Scarfiotti e rientro al ponticello sul torrente Almiane. Difficoltà BS, necessari i coltelli, utili talvolta i ramponi, la discesa sul vallone di Fond richiede neve assolutamente sicura. Partiti con cielo terso e leggero venticello. Sulle cime pennacchi di bufera. Peccato che una noiosa nube stanziale sul nostro itinerario ci abbia fatto godere solo di poche ore di sole. A 3000 mt. il freddo indotto dal vento incomincia a farsi sentire. Cio' nonostante, ambiente vario e gratificante anche per la solitudine del luogo (oggi sia su tutto il vallone di Fond che in punta eravamo solo in due). Dal ponticello dopo lo Scarfiotti la neve sulla strada incomincia a mancare, riprende poi quando la strada passa sulla sin. idrografica, ma ahinoi, la medesima e praticamente tutta in piano e, ricalzati gli sci, abbiamo dovuto spingere sino all'auto con somma gioia soprattutto del mio compagno di gita ! (avro' perso un amico?) 
secondo tornante dopo rifugio 2200m
22/06/2009
Mario Lo Monaco
3-primaverile
-
-primaverile firn
-a partire da 2500 m
-
-
Note : Siamo partiti con cielo coperto speranzosi che spuntasse il sole. Portati gli sci fino a pian dei morti a quota 2500 circa. Siamo arrivati al passo set. dei fourneaux e poco sopra a quota 3170 con vento freddo e fastidioso intanto la punta era immersa nella nebbia. Abbiamo atteso una ventina di minuti e appena è spuntato un pò di sole siamo scesi. Peccato aver rinunciato alla punta perchè scendendo si è aperto del tutto. Bella sciata fino quasi al pian dei morti dove ci sono parecchi bugnoni difficili da sciare specie se la neve non ha mollato tanto come oggi. Da segnalare che manca la continuità di neve al passo dei fourneaux. Un saluto al compagno di gita Maurizio ( MV56) e Pit ( Vintage) con cui abbiamo 
Bivio per Rif. Scarfiotti
13/06/2009
Edgardo Ferrero
4-primaverile
-
-un po' molle,ma sciabile
-50 cm
-
-
Note : Bisogna mettere in conto di "sgammellarsi" gli sci a spalle per circa 290mt (tutto il dislivello della strada sino al pianoro superiore) poi l'innevamento diventa continuo. Al passo dei Fourneaux, in salita, conviene togliere gli sci (pietre affioranti) per circa 5 min. In discesa questa azione è evitabile scendendo dal pendio alla sx (cornice facile), oppure dal canale a dx di quello che scende direttamente dalla punta, quest'ultimo ora impraticabile perchè con roccette affioranti subito all'inizio. In discesa solo alcuni brevi tratti della strada sono percorribili sci ai piedi. L'alternativa è, ancora per poco tempo, come abbiamo fatto noi, sfruttare due canali di valanga, il primo interrotto da una cascata che si raccorda al secondo tramite un macereto. Detto tutto questo la sciata e l'ambiente sono sempre meravigliosi, ma più di 4 sci, la gita non li merita. Oggi oltre a noi, solo cinque persone in vetta. 
bivio Scarfiotti mt. 2156
13/06/2009
Marco Ariotti
5-primaverile
-
-marciotta
-sufficiente dal pianoro in su
-
-
Note : La neve in basso si e' ridotta parecchio e costringe a una mezz'ora abbondante di sci in spalla (non farsi confondere dalle lingue di neve sulla strada, i togli e metti diventerebbero almeno una mezza dozzina...); in salita ho seguito la strada, confermo il breve attraversamento su pietraia al Fourneaux. Discesa divertente fino al pianoro, da li imboccato il canalone del torrente ma nella parte bassa e' completamente sfondato costringendo quindi a scendere su pietraia. Gita in condizioni ancora per un bel po', almeno dal pianoro in su. Per una volta voglio esagerare nel giudizio: 5 sci anziche' 4; ma concedetemelo, e', probabilmente, l'ultima mia gita di questa straordinaria stagione... 
Rochemolles (Bardonecchia)
02/06/2009
Sergio Falchero
4-Primaverile
-
-Primaverile
-da 0 a 150 cm
-
-
Note : Si parte sci in spalla dal ponte a quota 2001, gli sci si possono calzare al bivio Scarfiotti-colle Sommeiller, da questo punto la strada è ancora coperta quasi per intero dalla neve. Innevamento perfetto dal piano alla vetta, solo un breve attraversamento su pietraia poco dopo avere raggiunto il passo nord dei Forneaux, per non perdere quota. Discesa molto bella su neve primaverile coperta da due dita di "zucchero" caduti ieri sera. Sul piano neve bugnata ma ormai molliccia, quindi discesa del canalone del torrente, e arrivo con gli sci al bivio. Attenzione il canalone oggi era al limite un piccolo ponte permetteva di passare, ma non durerà molto. 
Rifugio Scarfiotti
03/06/2007
Beppe Stauder
3-fresca
-
-firn
-40 cm di neve fresca su neve vecchia
-
-
Note : Contavamo su un buco di sereno previsto dalle carte meteo, invece il tempo è stato variabilissimo, partiamo alle 6 con leggera pioggerellina, a 2400 si trasforma in neve, poi sprazzi di sereno con vista sulle cime ci invogliano a continuare, giunti però al Passo dei Fourneaux a quota 3100 cala un nebbione incredibile con vento da nord e nevica. Insieme anche agli altri scialpinisti che nel frattempo ci hanno raggiunto proviamo ad aspettare per vedre se si apre, la speranza è vana , decidiamo di scendere, la nebbia è fittissima e solo con l'aiuto del gps ritroviamo la strada. Sotto a 2800 si riapre con sprazzi di sereno che ci permettono una bellissima sciata in neve fresca fino a quasi l'auto. 
Rochemolles (Bardonecchia)
19/05/2007
Edgardo Ferrero
5-primaverile trasformata
-
-firn
-20 cm
-
-
Note : Arrivati in auto sino all’altezza del Rif. Scarfiotti. Da qui bisogna mettere in conto circa 45 min di sci a spalle prima di poterli calzare (al rientro per lingue si arriva sin quasi all’auto). Oggi molti sci alpinisti. Discesa effettuata per il ripido canale ovest, piuttosto marmoreo alle ore 10 e con pietre affioranti nella parte alta. Diagonalato a sinistra e nuova salita di circa 200 m. sino alla quota 3166 di cima del Vallonetto attraverso il passo dei Fourneaux meridionale. Discesa effettuata ripassando dallo stesso passo. Neve spaziale. 
da bivio Rif. Scarfiotti, m. 2120
19/05/2007
Beppe Puddu
5-trasformata primaverile
-
-trasformata primaverile
-in discesa dalle auto
-
-
Note : In salita, seppure ci sia neve fin dalle auto, merita portare gli sci a spalla fino a 2400, ma in discesa prendendo il canalone in alto che taglia i tornanti si arriva con ottima neve all'ultimo tornante e poi alle auto, levando 2 volte gli sci per brevi tratti. in alto da sballo la neve, l'itinerario, l'ambiente ed il panorama. visibilità ottima, splendida vista dal Monviso all'Ecrins, alla Mejge, alla Vanoise, al Bianco e al Rosa. Le foto nel sito del Gruppo Focolaccia di Lucca www.focolaccia.org. clikkando su downloads e poi su Fotorelazioni di gite e infine su Punta Sommeiller 19/05/07 Foto . Oppure direttamente al seguente indirizzo: http://www.focolaccia.org/modules/mydownloads/visit.php?lid=51 . al ritorno fermatevi a rochemolles alla trattoria aquila nera, è un altro motivo per cui il mio voto alla gita è 5. una considerazione: il tam tam di gulliver ha fatto arrivare qui tutto il piemonte (e non solo, noi 4 siamo venuti da lucca e sarzana): il parcheggio lungo la strada era stracolmo. ma mi chiedo, perchè tante auto sono arrivate con un solo scialpinista dentro? possibile che così in tanti scialpinisti piemontesi non abbiano trovato un cane di compagno per il viaggio? 
Rifugio Scarfiotti (Bardonecchia)
20/05/2005
Luciano Savarino
5-trasformata
-
-
-abbondante in alto
-
-
Note : Gita sempre bellissima in un ambiente spettacolare. Neve fantastica!! dalla maccchina alla cima, necessita di un 4x4. Penso di chiudere la stagione con questa gita anche perchè le mie gambe necessitano oramai di mtb!, sperando che il prossimo inverno sia più abbondante di neve. Un saluto sincero a tutti i virtuali!!! ciaoooooo