Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
S. Giacomo
26/01/2020
Ugo Bottari
3-su fondo duro
-su fondo debolmente crostoso
-sulla stradina
-sotto sotto appare neve rossa
-
-
Note : L'innevamento è sufficiente sulla strada fino a Fontana Madama; ancora per qualche giorno si può passare senza togliere gli sci sia in salita che in discesa. Innevamento ottimo più in alto. Siamo saliti su una agevole traccia per la via normale (quella che prevede lo scavalcamento della diga) e siamo scesi sui ripidi pendii che iniziano poco dopo la cresta finale: nessuna traccia precedente e neve in massima parte farinosa leggera su un fondo che a volte cedeva un po', comunque pienamente controllabile: 300 metri di dislivello da 4 sci. Arrivati nel combale del Rio Bourel siamo passati a lato dell'omonimo Gias (qui la neve comincia a scarseggiare e le tracce sono numerose ma non fastidiose) e dopo un breve tratto sulla strada, siamo usciti da essa per arrivare abbastanza bene (neve tendente al primaverile sempre su fondo non particolarmente solido) a Fontana Madama. Da qui in un attimo a S. Giacomo sulla strada un po' buferata da pedate e ciastre. 
S. Giacomo
25/02/2019
Ugo Bottari
3-
-
-
-
-
-
Note : Scarso l'innevamento nella conca del Borel. L'unica gita fattibile è il Gorfi. In alto sulla creesta neve ventata; scendendo su qualche ripido pendio rivolto sulla conca ho trovato neve farinosa accettabile La percorribilità della strada è al limite; è stato necessario qualche "guva e buta" 
Demonte, Frazione San Giacomo
28/01/2018
Giuseppe Goletto
5-15/20 cm di fresca su fondo duro e compatto
-
-
-
-
-
Note : Partiti presto da San Giacomo, ma qualcuno era già davanti, poi ringrazieremo. Buon innevamento nella comba a Nord a sud nella parte bassa non tanto. Giunti alla dighetta optiamo per il Gorfi e sorpresa. Traccia fresca tracciata. Neve fresca 15/20 cm su fondo duro che ci fanno pregustare una discesa con i fiocchi. Oggi finalmente sole caldo e gradevole e Eolo a riposo. Panorama mozzafiato. Discesa superlativa dove abbiamo lasciato le nostre tracce (tra le prime su pendii intonsi), su farina morbida e fondo compatto e ben sciabile. Solo un pò più pesante verso la parte finale della discesa già quasi ormai alla dighetta. Poi rientro su strada ben battuta. Mattinata spesa bene prima del lavoro. Alle prossime. Foto in serata, ho dimenticato la memory a casa Un ringraziamento speciale alla coppia di skialper demontesi che hanno battuto traccia per buona parte del percorso a a Juri che ha completato l'opera sino in vetta. Un saluto agli utenti RRM sentiti dalla vetta 
S. Giacomo di Demonte
31/12/2017
Ugo Bottari
2-estremamente variabile
-estremamente variabile
-qualche tratto geelata
-
-
-
Note : Innevamento buono verso il Gorfi con un paio di costoni ancora vergini, pronti per la discesa. Tuttavia la qualità della neve non consente grandi divertimenti; bisogna evitare innanzi tutto le creste spazzate dal vento e poi, 50 metri sotto, è possibile, con un po di naso, trovare più o meno ampie zone in cui c'è neve decente; preferibilmente tenendosi ben vicini alla rada boschina che costituisce il costone su cui siamo scesi. Più in basso ho preferito traversare verso sinistra per arrivare sui solaii pendii sottostanti il monte Omo: qui ho trovato neve primaverile tendente allo sfondoso. Chiusura in relativa gloria sulla scorrevole stradina, abbastanza battuta e senza grossi buchi di ciastre. 
S.Giacomo
09/12/2017
Orlando Collino
3-
-
-
-
-
-
Note :  
S. Giacomo di Demonte
26/02/2017
Ugo Bottari
4-10 cm di fresca su fondo duro
-5 cm di fresca su fondo duro
-al sole simil-primaverile
-
-
-
Note : La neve caduta in queste ultime settimane è pressochè andata via tutta nei versanti esposti al sole. In pratica la scelta che si immaginavo di poter fare a Fontana Madana fra (nell'ordine) Gorfi, Pera Contard, Borel, Omo, Bram e Grum si limita alle prime 2 mete e - con qualche passaggio così così - all'ultima. La stradina è comunque sufficientemente innevata (tranne 2 interruzioni, la seconda di parecchie decine di metri) e scegliendo appunto come meta il Gorfi o la Pera Contard è ancora possibile fare delle accettabilissime gite. Io sono andato sul Gorfi passando vicino a Pera Puntua e salendo quindi gli ultimi 100 metri sul versante nord; in questa zona limitata sono necessari i rampant perchè c'è un fondo di neve dura con qualche banco di farina riportata dal vento. In discesa ho preferito tracciarmi una via del tutto personale sul ripidi pendii rivolti a nord in direzione - approssimativamente - del Gias Borel dove ho trovato un fondo duro con in alto 10 cm di farina e in basso 2 dita della stessa sostanza che a noi tanto piace. Non ho incontrato nessuna traccia precedente se non per poche decine di metri sopra Fontana Madama. La stradina è scorrevole e abbastanza divertente pur se un po' rovinata dai ciastristi e dal relativamente lungo gava-buta citato all'inizio. 
S. Giacomo di Demonte
26/03/2016
Ugo Bottari
4-verso Sud ottima primaverile liscia
-
-
-
-
-
Note : Partito presto (6:30) da S. Giacomo sono salito a Fontana Madama e poi per il percorso diretto lungo il largo e ripido pendio che porta direttamente alla cresta verso quota 1950, all'estrema sinistra. Sono poi sceso verso le 10 dalla stessa via incontrando sulla larga cresta finale sottostante la vetta neve pressochè primaverile sui pendii più rivolti al sole mentre sulla cresta vera e propria la neve si è mantenuta più dura, ma sempre molto liscia e praticamente senza significative tracce precedenti. Da Q. 1950 in giù ho disceso il pendio perfettamente liscio e assolutamente vergine che scende direttamente su Fontana Madama: neve praticamente perfetta (da 5 sci per intenderci) se solo si aveva l'accortezza di evitare le rare contropendenze meno esposte al sole. La stradina forse nel pomeriggio sarebbe stata più liscia e divertente visto che era stata battuta disordinatamente da numerosi scialpinisti, ciastristi e pedoni. 
San giacomo di Demonte
06/01/2015
Roberto Bazzano
3-Praticamente tutti i tipi di neve crosta portante non portante primaverile
-
-
-
-
-Intendo alla presa dell'acqua
Note : Questa mattina ero partito con l'intento di andare al Garbella (Pallanfre') ma giunto al parcheggio per vedere la neve ci volevano i binoccoli. Decido per il vallone di S. Giacomo giunto sul posto decido di lasciare l'auto nel parcheggio, errore io possiedo un 4x4 avrei potuto arrivare fino alla presa. Comunque sci sulle spalle e 45 min. di portage. Arrivato alla presa decido per il Gorfi, infatti dopo una 50 di metri seguendo le lingue di neve riesco a risalire la Dx. orografi del rio Bourel, fino ad arrivare sul costone, e poi fino in cima. Sceso lungo la via di salita, in quanto sul versante sud praticamente la neve è a quota 2000 Ca. Comunque è stata una discesa discreta come ho gia' scritto sul costone ho trovato tutti i tipi di neve, comunque va bene cosi'. Solo lungo il percorso, parecchia gente sul Borel, e qualcuno sull'Omo. Propongo una danza interregionale per la neve. 
S.Giacomo di Demonte
11/01/2013
Giacomo Olivero
4-primaverile sulla dorsale a sud-farinosa in piena ombra
-
-fragile crosticina, poi strada ancora senza interruzioni
-
-
-
Note : Solare salita sull'aerobica strada fino alla Pera Puntuva,poi dorsale nord con placche ghiacciate e neve compressa,ho trovato utilissimi i rampant. Rilassante sosta nel bel riparo presso la cima e poi (alle 15)bellissima discesa prima sulla panoramica dorsale su neve trasformata, ma appena possibile ho deviato a sinistra, dove seguendo le notizie del simpatico Giacomino (che ringrazio di cuore), ho trovato una farinella molto divertente. Passeggiata ideale nella pausa pranzo tra l'insegnamento mattutino ed i lavori pomeridiani e serali. 

09/01/2013
Giacomino Bongiovanni
4-quasi primaverile e quasi farinosa in ombra
-
-crosta non portante,poi stradina perfettamente levigata
-
-
-
Note : Saliti e discesi direttamente per i ripidi pendii nord,neve abbastanza buona,a parte la parte bassa era quasi farinosa,poi primaverile sulla dorsale.si parete ancora con gli sci ai piedi. 
s giacomo
14/02/2012
Ugo Bottari
3-farina ma ventata in cresta
-
-farina
-40-60 cm
-
-
Note : Discreta gita con buona farina. In cresta alta la neve è poca, dura e ventata. Per evitarla siamo scesi in verticale a Nord, ma la mancanza di fondo sui pendii dritti non aiuta certo, e se c'è una pietra si tocca o un cambio di pendenza la farina cambia. Bellissima invece la sciata quando la pendenza molla. Poca gente oggi e solo alcuni in salita nel primo pomeriggio. Incontrato in punta cordialissimo sci-alpinista (del Fungo Reale di Valloriate) che aveva fatto l'anello dalla Peira Countard 
s giacomo
14/02/2012
Roberto Peano
3-farina ma ventata in cresta
-
-farina
-40-60 cm
-
-
Note : Discreta gita con buona farina. In cresta alta la neve è poca, dura e ventata. Per evitarla siamo scesi in verticale a Nord, ma la mancanza di fondo sui pendii dritti non aiuta certo, e se c'è una pietra si tocca o un cambio di pendenza la farina cambia. Bellissima invece la sciata quando la pendenza molla. Poca gente oggi e solo alcuni in salita nel primo pomeriggio. Incontrato in punta cordialissimo sci-alpinista (del Fungo Reale di Valloriate) che aveva fatto l'anello dalla Peira Countard 
S. Giacomo (Demonte)
22/01/2011
Roberto Dolfini
2-trasformata
-
-crosta non portante
-buona copertura
-
-
Note : Partiti da San Giacomo con altre intenzioni abbiamo ripiegato sul Gorfi unica cima nell'anfiteatro con una buona copertura nevosa, peccato che il percorso è parecchio rovinato dal passaggio dei giorni precedenti , solo in cresta neve trasformata..Il freddo intenso ha gelato le tracce rendendo faticosa la discesa sui pendii in ombra dove la crosta non portante la fa da padrona. 
S. Giacomo (Demonte)
05/01/2011
Roberto Bazzano
4-Polverosa
-
-Polverosa, ma molto lavorata
-60/80
-
-
Note : Dopo aver consultato tutti i meteo presenti in rete decido di partire. Arrivato a S. Giacomo delusione nuvole basse e visibilita precaria; decido di effettuare la gita, ma grande sorpresa a 2000mt Ca. si intravede l'azzurro del cielo salito ancora di 100 mt il sole. In vetta panorama magnifico, le montagne sembravano grossi scogli affioranti in un mare di nuvole. Sono sceso lungo i ripidi pendii di NE, semplicemente magnifico per 250 mt Ca. 40/50 cm di farina 00. Nella parte bassa purtroppo la qualità della neve risulta molto lavorata. In conclusione ottima gita. (Ho dato 4 sci per la aprte bassa.) 
S. Giacomo (Demonte)
22/11/2010
Bobo Santi
4-polvere
-
-fresca umida
-20-60
-
-
Note : Si parte sci ai piedi da S. Giacomo, ma la quantità di neve è veramente scarsa, sia sulla stradina, sia sui pendii a sud. Si inizia a ragionare soltanto sopra i 1900m. Al colle presso la Pera Puntua si cambia versante e cambia la musica, con farina leggera e abbondante. Arrivati in punta non si può che optare per l'anello scendendo lungo il vallone Gorfi direzione gias Viribianc e godendosi più di 500 m di pendii intonsi su polvere da urlo!! Dopo un lungo traverso su neve più pesante a quota 1600 si deve attraversare il ruscello e risalire sci a spalle per meno di 100 m e scendere di 150 m per guadagnare l'asfalto del Valcavera; con circa 4 km su asfalto bello scorrevole e divertente arriviamo all'auto. 
S. Giacomo (Demonte)
27/01/2010
Fabrizio Barbero
5-farina
-
-farina
-molta
-
-
Note : A San Giacomo 20 cm più in su 30 di polvere Oggi traccia da fare,passati dal colle PeraPuntua Nessuno 
S. Giacomo (Demonte)
20/12/2009
Roberto Peano
3-leggera ventatura
-
-farina nel complesso
-appena sufficiente
-
-
Note : Speravo che il Gorfi, non troppo elevato e al riparo rispetto a più significative displuviali, fosse stato risparmiato dal vento. Invece anche qui, nella parte alta, la neve è ventata. A ciò si aggiunga un terreno molto frequentato e già rigato...Ma non dappertutto, perché su pendii dritti ad W dell' itinerario classico (occhio sempre alle condizioni...), v' è ancora farina intonsa...ma sempre meno. Conviene dunque che nevichi, speriamo tanta e che cada dappertutto presto !! 
S. Giacomo (Demonte)
05/12/2009
Giuseppe Traficante
4-farina
-
-farina leggermente pesante (sciabilissima)
-15-20 lungo la stradina, oltre 50cm nel vallone, qualcosa meno sul pendio finale
-
-
Note : Al commento di Beppe aggiungo solo di fare attenzione poco sopra la presa d'acqua dove si rischia di toccare. Lungo la stradina si tocca un paio di pietre e niente più. Il pendio centrale semplicemente fantastico (5sci). Ps domanda ma MS+ non è un pochino eccessivo o no? 
S. Giacomo (Demonte)
05/12/2009
Giuseppe Chiappero
4-farina
-
-farina
-sufficiente in basso poi abbondante
-
-
Note : Finalmente una gita in ambiente invernale soprattutto con ottima compagnia (compresi due cani) Pendii ampi con spazio per tutti. 
S. Giacomo (Demonte)
10/01/2008
Ugo Bottari
3-crosta portante
-
-farina leggera
-sufficiente; in alto abbondante
-
-
Note : Sono salito lungo l'itinerario, non descritto, illustrato nella "foto di itinerario". Dalla dighetta dell'Enel fino al colletto a quota 1900 ca neve farinosa abbastanza profonda e moderatamente arata (5-6 tracce). Dal colletto al cima neve dura o crosta non portante a seconda del versanti. In discesa, scendendo sul versante solatio esposto a SO ho trovato ottima neve dura e poi, con un traverso, sono ritornato al colletto da cui son buttato (abbastanza ripido) trovando ancora ampi spazi con neve profonda farinosa, sia pure non in terreno aperto (boschina rada). Dalla dighetta dell'Enel in giu molte curvette sulla stradina abbastanza ben battuta. Poca neve sui versanti Sud (Omo, Bram, Grum) comunque ancora fattibili seguendo per un paio di tornanti la strada. 
S. Giacomo di Demonte
11/01/2005
Cesare Bellone
1-croste da fusione e/o rigelo / farina
-
-
-sufficiente
-
-
Note : il tratto con neve farinosa è completamente arato. 
S. Giacomo di Demonte
30/11/2004
Laura Martini
1-farina pesante . Fondo 0
-
-
-20 cm. più o meno
-
-
Note : Sono scesa dal versante più esposto al sole e sicuramente dall'altro lato sarebbe stato meglio. Comunque ho fatto quasi più fatica a scendere su rododendri, pietre e neve pesantissima che a salire. Consiglio di fermarsi al primo cucuzzolo di fianco al bosco di faggi perchè se si va oltre per ritornare nell'unico punto dove la neve sembrava decente, ci sono i pietroni. 
S. Giacomo di Demonte
17/01/2004
Roberto Peano
4-dura/primaverile con 3-5 cm di farina
-
-
-sufficiente
-
-
Note : saliti con variante verso la Peira Punciua // Peracontard, poi per cresta al Gorfi. In discesa ad anello su pendii a Sud verso Gias Gorfi. Bellissima la neve e i pendii sino al Gias. Poi discesa di ricerca sino alla strada di fondo con ritorno ad anello su S. Giacomo. 
S. Giacomo di Demonte
30/11/2003
ROBERTO CAVALLO
3-Farinosa, leggermente pesante
-
-
-10 - 50 cm di fresca
-
-
Note : Nel primo tratto di salita (sulla carrozzabile) il manto nevoso è poco abbondante, ma entrando nel vallone diventa decisamente più consistente. Ho optato per un percorso ad anello salendo da Gias Bourel e dalla Cima Pera Puntua per poi scendere direttamente allo sbarramento del rio. Special thanks to LUPO ALBERTO. 
S. Giacomo di Demonte
17/11/2003
Laura Martini
2-polenta
-
-
-per la strada e a sud scarseggia
-
-
Note : Sono scesa dal versante dietro a sud, in alto per circa 400 mt.ho sciato bene dopodichè a piedi