Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
Palanfrè
07/04/2018
Giuseppe Goletto
3-Pesante e sfondosa
-Pesante e sfondosa
-Molto pesante e sfondosa
-
-
-
Note : Sgambata pomeridiana dopo gli impegni di lavoro. Neve pesante e sfondosa già alla partenza. Salita molto faticosa nonostante una traccia preesistente per via della neve umida pesante s sfondosa (almeno per il ns. peso e sci). Visibilità a tratti ridotta ma che ci ha permesso comunque di arrivare in cima tra una schiarita e l'altra dopo innumerevoli banchi di nebbie basse. Sentito parecchi distacchi di slavine sul lato Bec d'Orel con conseguente scivolamento a valle di discrete quantità di neve. Impressionante la grossa valanga che si deve attraversare prima di risalire i pendii ripidi. Nonostante l'ora tarda del pomeriggio e le velature basse e visto la qualità della neve salendo abbiamo avuto una piacevole sorpresa nella discesa. Neve sì pesante ma comunque di buona sciabilità a patto di mantenere velocità accettabili e sfruttare bene i pendii. Questo praticamente per tutta la discesa tranne ad essere pignoli nella parte terminale da dopo l'attraversamento della valanga dove è risultato più difficile far correre gli attrezzi. Nel complesso nonostante tutto pomeriggio ben speso. Un saluto agli utenti RRM sentiti. Alle prossime 
Palanfrè
03/01/2018
Roberto Dolfini
3-
-
-
-
-
-
Note : Speravamo in una tregua del vento, invece man mano che salivamo si è fatto sempre più impetuoso , ma non freddo al punto di compromettere gli equilibri .Alcuni di noi hanno desistito , mentre gli altri hanno raggiunto un riparo sotto la cresta che sale alla rocca D'Orel .La discesa fatta sotto i contrafforti della rocca d'Orel e nonostante il persistere del vento non è stata malaccio, un po' di colla nella parte terminale . 
Palanfrè
26/11/2017
Giuseppe Traficante
2-Discesa diretta altrimenti ghiacciata ondulata
-più morbida pendii pieno sud
-Sentiero di rientro primaverile ghiacciata liscia
-
-
-
Note : Diciamo che ci siamo mossi... neve discreta parte alta e bassa del percorso (3 sci). Parte centrale neve da massaggio, meglio i pendii esposti a sud (ma in questo caso scarseggiava la neve) direi 2 sci. 
Palanfre
21/11/2017
Roberto Dolfini
3-
-
-
-
-
-
Note : Come prima gita non male , la temperatura mite ha ammorbidito la neve rendendo la discesa piacevole nonostante le innumerevoli tracce , solo verso la fine qualche cenno di crosta facilmente evitabile seguendo la traccia 
palanfrè
19/11/2017
Marco Scrimaglio
4-
-
-
-
-
-
Note : Inaspettati versanti con neve ancora intonsa 
Palanfré
15/01/2017
Ugo Bottari
2-
-
-
-
-
-
Note : Gita metereologica fantozziana: malgrado previsioni di bel tempo in arrivo dal mattino, sino alle 11:30 siamo stati anche sotto lieve e fredda nevicata -senza conseguenze positive per il manto- e sempre sotto spessa coltre di nubi che non lasciava ben sperare. Fortunatamente in punta si è visto il miglioramento arrivare, e così quando abbiamo iniziato la discesa tutto è diventato più accettabile. A scendere ci siamo tenuti sulla cresta in direzione Garbella per poi buttarci in verticale sulle dorsali che delimitano la destra orografica del Vallone. Poi ancora in diagonale sempre su neve non facile, con brevi tratti di farina e lunghi di crosta, neve a palle ghiacciate e tracce di precedenti passaggi di sci. Nella parte finale pista da bob dura, assolutamente da non mollare e da percorrere senza variazioni sino al parcheggio. 
Palanfré
15/01/2017
Roberto Peano
2-
-
-
-
-
-
Note : Gita metereologica fantozziana: malgrado previsioni di bel tempo in arrivo dal mattino, sino alle 11:30 siamo stati anche sotto lieve e fredda nevicata -senza conseguenze positive per il manto- e sempre sotto spessa coltre di nubi che non lasciava ben sperare. Fortunatamente in punta si è visto il miglioramento arrivare, e così quando abbiamo iniziato la discesa tutto è diventato più accettabile. A scendere ci siamo tenuti sulla cresta in direzione Garbella per poi buttarci in verticale sulle dorsali che delimitano la destra orografica del Vallone. Poi ancora in diagonale sempre su neve non facile, con brevi tratti di farina e lunghi di crosta, neve a palle ghiacciate e tracce di precedenti passaggi di sci. Nella parte finale pista da bob dura, assolutamente da non mollare e da percorrere senza variazioni sino al parcheggio. 
Vernante, Frazione Palanfrè
07/01/2017
Giuseppe Goletto
3-Qualche piccolo tratto di farina umida
-
-Praticamente pistata
-
-
-
Note : Molto freddo alla partenza e piazzale già abbastanza pieno ore 08,30 ca. Neve dura che ci ha obbligato per il primo terzo di salita di non usare le tracce preesistenti per la difficile aderenza delle pelli. In questo tratto visto una folta comitiva che ha calzato i rampant. Da lì in poi situazione migliore dove le pelli hanno avuto il giusto grip. Discesa tutto sommato ancora piacevole andando a cercare i piccoli tratti con farina umida poi comunque crosta portante e nella parte finale slalom tra pietre affioranti e arbusti. Alle prossime 
Palanfrè
21/02/2016
Renzo Dirienzi
2-
-
-
-
-
-
Note : Dopo una specie di influenza che mi ha lasciato quasi privo di forze, oggi giornata sulla neve con gli amici di Beinette al Monte Pianard m 2305 da Palanfrè di Vernante. Neve alla coque mentre tutta la valletta bolliva e friggeva per il caldo anomalo. 
palanfrè
25/01/2015
Roberto Mandirola
4-
-
-
-
-
-
Note : Buone condizioni, ottime nella parte medio alta. Neve scarsa nella parte bassa e molto tracciata dai passaggi con rischio di toccare qualche pietra. 
Palanfrè
23/01/2015
Giuseppe Goletto
5-
-
-
-
-
-Si tocca in basso per mancanza fondo
Note : Spronati da Marco, incontrato poco prima sul Colombo con cui abbiamo condiviso un'ottima discesa su farina da favola e incoraggiati dalla qualità e quantità della neve presente abbiamo deciso di ripellare e risalire anche questa cima. Di fatto causa la fatica che si è fatta sentire ci siamo fermati nei pressi dell' ultimo abbeveratoio per animali. Saliti su ottima traccia di due skialper avanti a noi di almeno un'ora. Vedendo le loro firme sul pendio finale pregustiamo la discesa che si dimostrata ancora meglio di quella del Colombo salito prima. Anche qui pendii intonsi e tanta tanta powder. Sembrava di essere in Canadà. Solo qualche leggera toccatina nella parte finale per mancanza di fondo. Alle prossime 
Palanfré
13/03/2014
Gian Luca Ghibaudo
4-Trasformata
-
-Trasformata
-
-
-
Note : Doppia matrimoniale: prima gita di coppia dopo tanto tempo, per noi e per i nostri amici. Giornata "fotonica" su bella trasfurma. Pendio sulla dx orografica con neve non ancora completamente trasformata, ma comunque divertente 
palanfre
14/01/2014
Giacomo Olivero
5-fresca asciutta
-
-idem
-
-
-
Note : Rapido giro dalle 14 alle 17 su buona traccia dei due skialp che mi hanno preceduto, che ringrazio di cuore. Ottima discesa in compagnia di Davide e del simpatico Baloo. Un saluto ai tre francesi che avendo fatto il giro del Monte Vecchio alla rovescia ho caricato in auto al Valun dla Sausa 
Palanfrè
30/11/2013
Riccardo Murisasco
2-Farina tracciatissima
-
-Farina tracciatissima
-
-
-
Note : Supermattutina prima degli impegni famigliari. Salita da pacchia su traccia monumentale; mentre nevica arriviamo in cima al Pianard con visibilità mediocre. Dalla cima scendiamo in cresta per un po' e poi iniziamo la discesa su un pendio poco tracciato con un po' di boschina che favorisce la visibilità. Il tratto bello è molto corto e subito diventa tutto molto tracciato. Scendiamo cercando di curvare nei pochi fazzoletti di neve intonsa. Speriamo che nevichi almeno quel tanto che basta a ricoprire i vecchi passaggi. Tanti scialp in partenza mentre scendevamo nonostante il tempo brutto. 
Palanfré
10/04/2013
Roberto Peano
2-primaverile molto umida
-
-marcia sfondosa
-
-
-
Note : Per motivi personali sono di necessità partito tardissimo e sceso dalla punta proporzionalmente tardi, alle 13:00 ca. Temperatura molto alta in salita e leggerissima brezza in punta. Neve in discesa discreta in alto (primaverile umida) e sempre più brutta, man mano che si scendeva, sino ad essere sfondosa e pesantissima negli ultimi350m. Ovviamente il mio giudizio di 2 sci dipende dall'ora troppo tarda di effettuazione della gita, ma anche le 7 persone che mi hanno preceduto, e sono scese in condizioni assolutamente migliori delle mie, hanno trovato neve sfondosa in basso. 
Palanfré
16/02/2013
Mario Lo Monaco
4-farinosa asciutta secondo le esposizioni
-
-farinosa leggermente umida
-recente su fondo portante
-
-umida e a tratti crostosetta
Note : Gran bella giornata, meteo, traccia sci fino in punta e bella discesa. In basso la neve un po pesante e pendii oggi molto rigati. Almeno un centinaio di skialp. Ottima accoglienza al posto tappa di Palanfré. Aggiungo breve video della discesa.... 
Palanfre'
16/02/2013
Riccardo Murisasco
4-Farina
-
-Farina
-
-
-
Note : Colombo + Pianard. Supermattutina prima degli impegni famigliari. Partito prestissimo, salgo il Colombo gia' mediamente tracciato. Prima discesa dal Colombo da 3,5 SCI. Scendo fino al piano della stazione meteo, traverso verso sx in piano e poi in discesa fino al vallone del Pianard, ripello ed inizio la salita al Pianard sfruttando l' eccellente traccia di Clabo che mi permette di salire in breve in cima. Sull' ultimo pendio mi godo i primi raggi di sole di una nuova splendida giornata, panorama splendido. Dalla cima, per la discesa, traverso molto verso dx e poi giu' su uno splendido lenzuolo di farina intonso da 5 SCI fino in basso dove mi raccordo con l' itinerario classico. Discesa parte alta fantastica su neve farinosa di ottima qualita'. 
Palanfrè
07/02/2013
Fabrizio Fenocchio
3-Crostosa, a tratti portante ed a tratti si rompe ma non si sprofonda molto
-
-Crostosa, a tratti portante ed a tratti si rompe ma non si sprofonda molto
-
-
-
Note : Ho preferito salire sulla sx del canalone e della punta (DX orografica) perchè sul colle del Pianard e fin sulla vetta del Pianard c'è una grossa cornice. La discesa è migliore sull'altro lato del canalone che si può attraversare discesi circa 200-250m dalla vetta, su quel versante è però bene fare attenzione a qualche blocco di neve che si può ancora staccare. 
Palanfrè
06/02/2013
Roberto Mandirola
4-Crosta portante sulle esposizioni soleggiate, leggera crosta non portante altrove
-
-leggera crosta non portante e pistata dai numerosi passaggi
-altezza variabile sui versanti soleggiati con zone scoperte, altrove buona copertura
-
-copertura continua
Note : La conca del Pianard è discretamente innevata anche se sul versante meridionale della Rocca d'Orel il terreno incomincia a scoprirsi come da foto allegata. La discesa effettuata e che merita un giudizio molto positivo è quella sulla sx orografica partendo dal colletto (h 12.00) a nord del Pianard. Crosta portante liscia e con un dito di marcetta che verso la fine diventano 5 cm. In basso, oltrepassato il rio per ricongiungersi alla traccia di salita, la musica cambia. Non sempre la neve è portante e occorre sfruttare in parte le piste di discesa precedenti. Ciò mi ha indotto a segnalare quattro sci anche se la sciabilità di quattro quinti della discesa è stata ottima. 
Palanfre'
09/12/2012
Luciano Garuzzo
3-farinosa, crosta portante sulla costa
-
-farinosa
-buona
-
-
Note : Giornata molto gradevole con temperatura ottimale. Scesi per un tratto sulla costa su crosta portante , per guadagnare pendii di discesa meno tracciati. Discesa nel complesso buona su neve farinosa.Max ,dopo aver raggiunto la cima ha proseguito la salita per cresta fino alla cima della Rocca D'Orel.La moltitudine di sialpinisti oggi sul Pianard ha tracciato tutto il pendio di discesa Gita effettuata in compagnia di Roberto Dolfini (Alpinista virtuale) 
palanfre
09/12/2012
Franco Giraudo
3-asciutta con leggera crosta
-
-asciutta
-30 -80
-
-
Note : scesi di fianco all itinerario di salita con neve leggermente crostosa conviene scendere verso il colle della garbella 
Palanfre'
09/12/2012
Roberto Dolfini
3-farinosa, crosta portante sulla costa
-
-farinosa
-buona
-
-
Note : Giornata molto gradevole con temperatura ottimale. Scesi per un tratto sulla costa su crosta portante , per guadagnare pendii di discesa meno tracciati. Discesa nel complesso buona su neve farinosa.Max ,dopo aver raggiunto la cima ha proseguito la salita per cresta fino alla cima della Rocca D'Orel.La moltitudine di sialpinisti oggi sul Pianard ha tracciato tutto il pendio di discesa Gita effettuata in compagnia di Roberto Dolfini (Alpinista virtuale) 
Palanfrè
08/11/2012
Ugo Bottari
4-trasformata
-
-trasformata
-10-40
-
-
Note : Il grande caldo del giorni scorsi ha stivato la neve per cui adesso ce n'è poca ma ne bastano 10-15 cm per sciare decentemente senza toccare il fondo. Anche il vento ha fatto la sua parte, spazzando via la neve tranne, per fortuna, nella conca di Palanfrè che presenta quindi un buon innevamento, ottimo se si guardano i pendii dall'altra parte della valle. Il primo tratto della discesa ha una buona neve trasformata ma un po' ondulata. Sono perciò passato sul lato sinistro (scendendo) trovando neve assai più liscia e compatta; qui non era ancora passato nessuno. Più in basso è stato giocoforza ripassare sul lato destro dove c'è più neve. Destreggiandomi fra le rose canine e qualche tratto di boschina sono arrivato, sci ai piedi, alla macchina. Il giudizio (4 sci) risente del fatto che ho preso qualche pietra e per un brevissimo tratto ho dovuto togliere gli sci per trasbordare da un lato all'altro del vallone. Altrimenti il giudizio avrebbe coinciso con i 5 sci di Jacolus di ieri. 
Palanfrè
07/11/2012
Giacomino Bongiovanni
5-trasformata quasi primaverile
-
-trasformata quasi primaverile
-più che sufficiente
-
-
Note : Il vallone di Palanfrè non tradisce mai,quando non c’è neve da altri parti li se no trova ancora,ma trovarne bella trasformata e in abbondanza non l’avrei immaginato. Salito alla quota 2206 della Costa Pianard passando per il vallone verso il Garbella,volevamo fare il giro,ma la neve da dove siamo saliti era eccezionale,non potevamo lasciarci sfuggire quella discesa. 
palanfrè
01/03/2012
Anna Garelli
3-umida
-
-umida
-in basso scarsina
-
-
Note : siamo alla frutta in basso manca neve (pietre, rovi, erba invece no) tre stelle meritate, perchè dalla cima, ci siamo tenuti proprio nel canale, ben innevato e gradevole, fino a 1550 m poi siamo usciti sul pianoro e ci siamo ricollegati alla traccia di salita 
Parcheggio Palanfrè
16/02/2012
Roberto Mandirola
4-farinosa umida
-
-farinosa umida
-30 -100
-
-
Note : Il rialzo termico ha umidificato il manto nevoso. Pur essendo ancora farinosa e ben sciabile la neve si presenta umida e feltrosa. Grazie all'ampiezza dei pendii si possono ancora trovare zone non tracciate. Nella parte medio bassa sui pendii della destra orografica spunta qualche pietra. 
Palanfrè (Vernante)
27/11/2010
Luciano Garuzzo
4-farinosa con leggera crosta in cresta
-
-farinosa
-50-150
-
-
Note : Farina più che discreta su tutto il percorso tranne che sulla cresta. Nell'insieme la discesa è molto tracciata ma senza pregiudicare una piacevole sciata. 
Palanfrè (Vernante)
27/11/2010
Roberto Mandirola
4-farinosa con leggera crosta in cresta
-
-farinosa
-50-150
-
-
Note : Farina più che discreta su tutto il percorso tranne che sulla cresta. Nell'insieme la discesa è molto tracciata ma senza pregiudicare una piacevole sciata. 
Palanfrè (Vernante)
06/11/2010
Ugo Bottari
2-primaverile bella
-
-primaverile a tratti bella a tratti discreta
-già alcune pietre nella parte bassa, in alto ok
-
-
Note : Date le condizioni meteo previste e la scarsa bontà della neve in giro, la gita è stata nel complesso di ampia soddisfazione in salita e discreta in discesa. Siamo stati in piacevole compagnia di Nadia, Luca (e il cane collie Wall) che ci hanno accompagnato e goduto della loro prima uscita in sci. A buon ripetere. Vista carcassa di imponente stambecco le cui corna poderose appaiono in una delle foto allegate. Tratti di neve con rigole di pioggia o pesantissima in discesa e già alcune pietre sommerse in agguato in basso. 
Palanfrè (Vernante)
06/11/2010
Roberto Peano
2-primaverile bella
-
-primaverile a tratti bella a tratti discreta
-già alcune pietre nella parte bassa, in alto ok
-
-
Note : Date le condizioni meteo previste e la scarsa bontà della neve in giro, la gita è stata nel complesso di ampia soddisfazione in salita e discreta in discesa. Siamo stati in piacevole compagnia di Nadia, Luca (e il cane collie Wall) che ci hanno accompagnato e goduto della loro prima uscita in sci. A buon ripetere. Vista carcassa di imponente stambecco le cui corna poderose appaiono in una delle foto allegate. Tratti di neve con rigole di pioggia o pesantissima in discesa e già alcune pietre sommerse in agguato in basso. 
Palanfrè (Vernante)
24/01/2010
Roberto Mandirola
4-farinosa leggermente pesante
-
-farinosa leggermente pesante
-60- >100
-
-
Note : Grazie ai pendii molto ampi vi è ancora possibilità di sciare dove non è molto tracciato. Il rialzo termico ha umificato il manto nevoso ma la neve è rimasta farinosa e ha permesso un'eccellente sciata. 
Palanfrè (Vernante)
03/01/2010
Marco Scrimaglio
2-dura primaverile con tratti ghiacciati e ventati
-
-crosta sottile vetrata non portante
-appena sufficiente su tutto il tracciato
-
-
Note : occorre accontentarsi!!!! salita su versante dx del vallone e discesa su riva opposta. per la salita mooltoo utili i rampant se non i ramponi; La discesa da cima fino all'inizio della vegetazione su neve accettabile poi è meglio non uscire dalle tracce!! 
Palanfrè (Vernante)
10/12/2009
Donato Amato
1-crosta non trasformata
-
-crosta non trasformata
-20-40
-
-
Note : Gita rimediata in extremis........quindi ho preso quello che veniva.Data la crisi d'astinenza da montagna salito con le ciaspole fino al colletto del Pianard,poi abbandonata la tavola(tanto da lì in sù serviva poco)e risalita la Rocca d'Orel...........foto di rito con l'autoscatto,ridisceso recuperato l'attrezzatura e raggiunta la cima del Pianard dove ho trovato la nuovissima croce di ferro piazzata quest'estate da alcuni volenterosi.Discesa con lo snowboard............ma viste le condizioni della neve mi sembrava più di essere su un toro meccanico. 
Palanfrè (Vernante)
21/11/2009
Ugo Bottari
2-compatta primaverile
-
-più morbida e, in ombra, crosta portante
-molto scarsa
-
-
Note : In realtà sono salito alla prima cima a sinistra del Colle Garbella, quotata all'incirca 2188 m. Poichè qui l'orientamento era più favorevole c'era più neve, a differenza dell'itinerario classico al Monte Pianard che per una bella fascia di 300 metri almeno era praticamente senza neve. Ho incontrato neve di discreta qualità anche se mi son dovuto arrangiare fra un po' di boschina e qualche costa senza neve da attraversare per riportarmi su un accettabile percorso di discesa mediamente innevato. Come già detto il Pianard è infattibile, la Costa Colombo è viceversa accettabile, ma la qualità della neve potrebbe essere insoddisfacente, essendo la gita orientata a nord. 
Palanfrè (Vernante)
17/11/2009
Flavio Galvagno
3-firm
-
-bagnata pesante
-20-40
-
-
Note : gita ancora fattibile, ma al limite. Partendo presto nella parte alta la neve è trasformata e ben sciabile, nella parte bassa le temperature troppo alte non permettono il rigelo notturno per cui la neve è bagnata pesante e poco sciabile. 
Palanfrè (Vernante)
23/02/2008
Corrado Corradino
4-Trasformata sulla sinistra orografica
-
-Crosta rigelo portante
-Abbondante
-
-
Note : Ottima giornata. In programma la becca d'Orel ma ero troppo stanco e mi sono accontentato del Pianard. Giorgio invece ,lasciati gli sci al colle, ha raggiunto la becca d'Orel. Discesa da favola sulla sinistra orografica 
Palanfrè (Vernante)
09/12/2007
Marco Scrimaglio
3-dura e lavorata da passaggi
-
-dura lavorata da pioggia
-sufficiente su intero percorso
-
-
Note :  
Palanfrè (Vernante)
08/12/2007
Renzo Dirienzi
3-portante granulosa
-
-portante granulosa più morbida
-più che sufficiente sulla dx. orogr; scarsa in basso sulla sin. orogr.
-
-
Note : Le indicazioni sulla qualità della neve riguardano la sinistra orografica, dove ho effettuato salita e discesa, raggiungendo poi la vetta per il colletto con l'inizio della cresta del Bec d'Orel. Nonostante l'esposizione favorevole, per la temperatura bassa e l'aria fredda la neve ha smollato poco, rimanendo granulosa. Discesa comunque discreta, un po' più faticosa per le gambe, ma in basso è troppo poca, meglio rientrare prima sul versante "normale". 
Palanfrè (Vernante)
08/01/2006
Angelo Pistone
3-dura tipo pista
-
-dura tipo pista
-scarsa, al limite
-
-
Note : E' quasi come sciare sulle piste della vicina Limone. Se non fosse stato per il meteo sarebbe stata ancora una gita migliore. 
Palanfrè
31/12/2005
Angelo Meineri
3-Tendente alla trasformazione
-
-Conviene seguire l'ampia traccia
-Sufficiente
-
-
Note :  
Palanfrè
27/12/2005
Roberto Mandirola
2-rotaiata dura a sud, crosta a nord
-
-compattata dai passaggi, rotaiata morbida a nord
-copertura discreta
-
-
Note : Raggiunto il colletto fra il Pianard e la Becca d'Orel, nebbia e nuvolosità stratificata fin oltre i 2000 m ma sopra sereno. Discesa sgradevole per le rotaie indurite dal gelo. 
Palanfrè
17/12/2005
Enrico Scagliotti
3-Farina/crosta
-
-Farina/crosta
-Sufficiente
-
-
Note : Trasferta in zona Palanfrè causa phon molto forte nella nostra Valle Susa. Gitarola abbastanza corta e con pochissimo spostamento. Neve discreta, a tratti crostosa ma nelle zone più esposte a nord ancora farinosa. Foto su www.lafiocavenmola.it 
Palanfrè
13/03/2005
Giuseppe Traficante
3-trasformata quasi perfetta sul lato sinistro (scendendo) del
-
-
-sufficiente anche sul lato destro (salendo) del pendio
-
-
Note : Breve gita(tutta polpa, direbbe qualcuno abituato al Monregalese) ripagata da una buona discesa. Nonostante la gran folla di scialpinisti (80- 100 ?) accorsi da ogni parte d'Europa (c'erano anche scialpinisti francesi e tedeschi, saliti questi ultimi da Trinità d'Entraque) è stato possibile tracciare un soddisfacente itinerario di discesa con neve trasformata quasi perfetta, disturbato unicamente (ma solo all'occhio critico dello scialpinista che disdegna le piste troppo battute) dall'essere stata percorso precedentemente da un discreto numero di sciatori. In cima ho avuto il piacere di incontrare due Alpinisti Virtuali d'oc (Paolo Pederzini e Giuseppe Traficante) con cui ho condiviso la soddisfazione di fare una buona, quasi ottima, discesa. La relazione di Ugo è perfetta. Aggiungo: la compagnia di Enrico e Paolo è stata eccezionale, la piola e soprattutto la birra oserei dire divina (sono entrato cristiano e sono uscito TROLL). ATTENZIONE: scendendo nella nebbia ho inavvertitamente staccato un blocco di neve, quindi occhio alle cornici (soprattutto quando si scende nella foschia) 
Palanfrè
13/03/2005
Fabio Cappe
3-Dura sulla dorsale, crosta portante sotto il colle Pianard p
-
-
-copertura uniforme e costante su tutto il percorso. Nessuna pietra fuori.
-
-
Note : Dove batte il sole la neve è già ottimamente trasformata. Tempo qualche giorno e le condizioni saranno perfette da cima a fondo. Consigliata. 
Palanfrè
13/03/2005
Paolo Pederzini
4-Crosta portante e non portante spesso ricoperta da strato va
-
-
-Abbondante
-
-
Note : Giornata nuvolosa con rari passaggi di sole, neve abbondante e tutto sommato buona. La morfologia del luogo che propone un canale-toboga che inizia dalla sella tra il Pianard e la Rocca d’Orel e arriva quasi sino all’auto, rende questa discesa particolarmente divertente e adatta alla tavola, anche se purtroppo nella parte bassa la scarsità di neve sul lato sn rende conveniente ad un certo punto spostarsi sui pendii subito a dx del canale. In cima incontro con il mitico Ugo Bottari Alpinista tanto virtuale quanto reale. 
Palanfrè
13/03/2005
Ugo Bottari
3-trasformata quasi perfetta sul lato sinistro (scendendo) del
-
-
-sufficiente anche sul lato destro (salendo) del pendio
-
-
Note : Breve gita(tutta polpa, direbbe qualcuno abituato al Monregalese) ripagata da una buona discesa. Nonostante la gran folla di scialpinisti (80- 100 ?) accorsi da ogni parte d'Europa (c'erano anche scialpinisti francesi e tedeschi, saliti questi ultimi da Trinità d'Entraque) è stato possibile tracciare un soddisfacente itinerario di discesa con neve trasformata quasi perfetta, disturbato unicamente (ma solo all'occhio critico dello scialpinista che disdegna le piste troppo battute) dall'essere stata percorso precedentemente da un discreto numero di sciatori. In cima ho avuto il piacere di incontrare due Alpinisti Virtuali d'oc (Paolo Pederzini e Giuseppe Traficante) con cui ho condiviso la soddisfazione di fare una buona, quasi ottima, discesa. 
Palanfrè
05/03/2005
Marco Scrimaglio
5-ottima
-
-
-abbondante
-
-
Note : Giornata splendida fino alle 11 poi veloce peggioramento con inizio di nevicata. Parecchia gente. 
Palanfrè (Vernante)
23/01/2005
Roberto Mandirola
3-compattata dai molti passaggi e crosta generalmente portante
-
-
-copertura adeguata
-
-
Note : Nel lato in ombra (dx orog) del canalone che sale al Pianard, l'innevamento si è mantenuto in maniera discreta. Lentamente si sta formando una crosta portante favorita oggi da una temperatura abbastanza bassa che gli ha permesso di tenere. I molti passaggi ha creato una zona pistata. 
Palanfrè
08/01/2005
Flavio Galvagno
3-quasi trasformata a sud,molle in basso
-
-
-Sufficiente in basso, buona in alto
-
-
Note : Saliti per traccia (ormai autostrada) sul lato destro orografico del vallone e scesi dall'altro dove la neve è quasi trasformata un po' molle in basso , ma comunque sciabile, peccato che da questo versante scarseggia, toccato qualche pietra. 
Palanfrè
18/04/2004
Fabrizio Lippi
1-marcia
-
-
-abbondante
-
-
Note : fatta con neve decente, il pendio si presta ad una divertente discesa.