Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
vallone S.Giovanni Q1290
28/02/2020
Roberto Dolfini
3-
-
-
-
-
-
Note : Partiti dalla macchina con gli sci seguendo le tracce nel vallone di S.Giovanni ,alcuni passaggi difficoltosi nel superare alcuni rigagnoli molto utili i rampant . Fermati al colle del Capannino . Discesa cercando le giuste esposizioni divertente ma non continua, tratti con neve ghiacciata . Peccato vista la giornata si sperava in un rialzo della temperatura che non è stato sufficiente. 
Brik
18/01/2020
Ugo Bottari
1-
-
-
-
-
-
Note : Venti cm di fresca bellissima ed intonsa! Peccato che appena usciti dalla vegetazione il vento aveva già rovinato tutto!!! Ambiente da favola, tutto bianchissimo ma neve gessosa che non ha permesso una sciata divertente. Giornata comunque piacevole per il bel sole e la compagnia. 
Brik
18/01/2020
Riccardo Murisasco
2-
-
-
-
-
-
Note : Venti cm di fresca bellissima ed intonsa! Peccato che appena usciti dalla vegetazione il vento aveva già rovinato tutto!!! Ambiente da favola, tutto bianchissimo ma neve gessosa che non ha permesso una sciata divertente. Giornata comunque piacevole per il bel sole e la compagnia. 
Brik
18/01/2020
Roberto Peano
2-
-
-
-
-
-
Note : Venti cm di fresca bellissima ed intonsa! Peccato che appena usciti dalla vegetazione il vento aveva già rovinato tutto!!! Ambiente da favola, tutto bianchissimo ma neve gessosa che non ha permesso una sciata divertente. Giornata comunque piacevole per il bel sole e la compagnia. 
parcheggio t. Bric
22/02/2019
Dario Adamo
4-nevi ventate di vario tipo e farina pressata
-abbastanza varia in genere liscie e ondulate
-
-a scendere sino a diverse zone spelacchiate
-
-
Note : viste le temperature del periodo pensavamo peggio, invece sin verso i 1600 m si trovano dei piacevoli tratti di neve liscia o ondulata ma comunque ben sciabile. Per chi va in montagna con gli sci il vallone resta il più bello di Limone, anche senza la "powder" ed il "firn" (fasullo, il termine Firn significa "dell'anno prima" è il nome della neve parzialmente compattata che deriva dalla trasformazione della neve rimasta dalle passate stagioni e che si è cristallizzata in una struttura più densa, che si trova in una fase intermedia tra la neve granulare ed il ghiaccio glaciale. Cioè quella che il riscaldamento globale ci sta togliendo) ci si diverte e nel complesso 4 sci li assegno. Ovviamente se siete "moderni" toglietene uno ;-) 
Casali Brick m 1242
15/12/2018
Renzo Dirienzi
3-nevi ventate di vario tipo e farina pressata
-
-con tracce dure, qualche tratto di farinella
-
-
-
Note : Gita piacevole e al di sopra delle aspettative, con ancora zone in farina (in parte di riporto). La neve è poca ma sufficiente e oltre il Vallone di San Giovanni l'itinerario non era tracciato. Nevi discrete, destreggiandosi tra lastroni, farina densa, farinella e neve compatta. La mia traccia di salita si sposta molto a sx perché avevo altre intenzioni, poi ho cambiato idea e mi sono spostato verso la Cima di Pepino praticando il colletto ad est della stessa. 
Dai Brik
30/12/2017
Livio Oggero
2-
-
-
-
-
-
Note : Io ero a Limone ed ho voluto provare Forse è meglio lasè perdi ... in alto e sul ripido pendio tra i due pianori ci sono tratti durissimi dove i coltelli tengono con fatica . Sotto la Valletta poca neve ma si passa, da Maire Valletta in giù farina sopra un po’ di tutte le nevi. 
C.li brick
11/02/2017
Marco Scrimaglio
2-
-
-
-
-
-
Note : Finalmente un ambiente invernale. Peccato per la nebbia e la luce lattiginosa che rendeva tutto piatto e che mi hanno indotto a fare dietrofront a circa quota 1800. Qualità della neve anche non rimaneggiata dal vento ottime. 
Limone Piemonte
22/01/2017
Riccardo Murisasco
1-Bruttissima
-Scesi in pista
-Scesi in pista
-
-
-
Note : Saliti abbastanza presto da Limone paese: primo tratto di Olimpionica e poi vallone di San Giovanni fino in cima. Dal colletto del Campanin alla cima con vento forte e freddo intenso. Neve da brutta a orribilis all' ennesima potenza su tutto il percorso! Dopo il primo tratto in alto ci siamo buttati sulle piste per divertirci in discesa e farci un buon cappuccino caldo alla Capanna Niculin! Oggi avevamo ben poco tempo a causa degli oberanti impegni di studio di mio figlio. Quindi va bene così. 
1300
16/04/2016
Anna Garelli
3-
-
-e poi zero neve
-
-
-
Note : oggi ci siamo messi qui perché sergio aveva una gita nel giardino dei pensieri, ma li' c' e' rimasta anche oggi, per mancanza di neve; diciamo che se fosse stato da solo senza pallalpiede, forse forse... comunque sta di fatto: cambiamento di programma: ci siamo diretti prima all' alpetta con la speranza (che poi e' risultata vana) che gli impianti fossero chiusi; poi siamo scesi verso il pian del leone e siamo risaliti sulle piste chiuse ma ben preparate fino sulla cima pepino; il vallone di s giovanni che da sotto sembrava un po scarso di neve, in realtà ci ha riservato una discesa davvero appagante; alla fine 300 m circa di sci a spalle per arrivare all' auto; la valutazione tiene conto sia della bellezza della discesa, che della promiscuità sopportata per un tratto in comune con i pistaioli e del portage 
vasca acquedotto
12/04/2015
Dario Adamo
4-
-tandente al tanto morbida
-stradina abbastanza ravanata
-più o meno
-
-
Note : non c'è stato rigelo notturno, ma non essendo degli affezionati del ghiaccio andava benissimo così, nella parte alta è molto bella. Il vallone San Giovanni è sempre molto bello, ti accorgi di essere a Limone solo perchè ogni tanto trovi qualche discesista salito con le giostre sino all'alpetta od al pancani 
poco sopra cascina brick (1300m), di lì neve continua
13/04/2014
Anna Garelli
4-primaverile
-
-primaverile
-
-
-
Note : siamo saliti dapprima al colle della perla, poi siamo scesi fino a quota 1900 e ci siamo diretti verso il colle campanin, che abbiamo raggiunto scavalcando un primo colletto con breve discesa; per cresta abbiamo raggiunto cima pepino; siamo scesi a est e risaliti a quota 2264, poi al colle (2194); di qui, discesa (N) verso il vallone che si raccorda al vallone di s giovanni; in discesa, per non rifarci la strada finale, a quota 1600 siamo saliti in un valloncello che ci ha portati alle piste dell' alpetta e di qui siamo ancora saliti fino all' arrivo della funivia; siamo scesi sulle piste praticamente deserte, molto divertenti; la neve è stata morbida, mai sfondosa; sci ai piedi a cascine brick; breve risalita a pedi-bus per prendere l' auto con agatino e sergio 
Cascina Brick
18/01/2013
Luciano Garuzzo
4-crosta portante a tratti ventata
-
-farinosa
-
-
-
Note : Giornata di pieno sole un poco fredda ma senza vento. Salita un poco lunga per il dislivello effettuato(numerosi sali e scendi). Discesa buona , su crosta portante nel primo tratto, poi farina e a tratti 10cm di polvere su fondo duro. 
Località bric
16/01/2013
Giacomino Bongiovanni
5-farina variabile tirata dal vento
-
-farina
-
-
-
Note : Più di così! farina in partenza fino in vetta,panorama inanarrabile,bella compagnia,più tanti amici incontati in vetta. Una gita indimenticabile! 
dopo Casali Brick in prossimità 1^ presa acqua (1300 mt)
18/02/2012
Marco Scrimaglio
4-trasformata primaverile dura
-
-soffice
-sufficiente a parte circa 30 mt dopo Maire Rocca Rossa sotto Bec Castellaccio
-
-
Note : Partito per fare Cima Pepino ho dirottato sulla Cima La Perla (2177 mt). Dalla partenza fino a Maire Rocca Rossa molte tracce di discesa di free riders, dopo tutto vergine a parte un traccia di discesa dal Colletto Campanin. Arrivato a circa quota 2000 mt. , visto che i pendii per Cima Pepino dalla strada militare in su era pelata, ho dirottato su Cima La Perla. Dal colletto alla quota e in prossimità della strada militare consigliabili coltelli o ramponi. DISCESA: Dalla cima per circa 100 mt su poca neve trasformata dura; poi fino a Gias della Perla sott. splendida farina. Oltre, per evitare pietre, mi sono tenuto sulla dx orogr per poi, sotto a Maire Rocca Rossa, riattraversare il torrente e con leggera salita ricollegarmi alla via di salita. Da qui sulla strada, ben battuta da altre discese, la discesa è stata ancora piacevole. Essendo sceso per primo non ho preso nessuna pietra ma probabilmente, dopo il passaggio di tutti i presenti oggi, i rischi di rovinare gli sci aumentano. Pe ropportuna conoscenza: Cima della Fascia da Gias della Perla sott. da non fare per mancanza di neve 
Limone Piemonte - sopra Casc. Brick - vasca acquedotto
28/03/2010
Dario Adamo
4-trasformata ben portante
-
-tendente al mol
-sempre > 50
-
-
Note : pochi scialp (noi in 4, altri 4 locali ed un GB), diversi pistaioli in discesa dal colletto Campanin 
Limone Piemonte - Partenza Cabinovia
05/12/2009
Marco Scrimaglio
3-compatta
-
-sottile strato di neve recente su fondo compatto
-sufficiente in basso, poca di più in alto
-
-
Note : Partito dalla partenza della cabinovia, seguito tracciato pista (non battuta) fino a Casali Brick poi segutio strada passando da Maire Rocca Rossa e Maire Valletta. Da qui fino a cartello segnaletico poca neve con pietre e rocce affioranti che si ripresentato nel pendio a Est del Bric Campanino. Per evitarle conviene tenersi bassi lungo la sponda sx del torrente a poi dirigersi verso il colletto Campanino. Cambiando dall'itinerario di salita, discesa godibile fino a quota 1650 e poi da Maire Valletta in poi. 
Limone Piemonte - Casc. Brick
12/11/2009
Flavio Galvagno
3-ventata pesante
-
-farinosa asciutta
-50-70
-
-
Note : Partiti da S.giovanni a -3°C nel corso della salita temperatura in aumento per vento caldo che ha cotto la neve rendendola pesante con formazione dello zoccolo in salita.Parte alta della gita con neve scarsa a causa del forte vento dei giorni scorsi che ha rimaneggiato il manto nevoso, facendo attenzione non si toccano pietre. Probabile neve crostosa da rigelo notturno nei giorni a seguire. 
Limone - Maneggio
18/03/2005
Alessandro Monaco
3-molto umida
-
-
-20 - 30 cm. mediamente -
-
-
Note : Siamo saliti percorrendo il Vallone di San Giovanni. Considerato le alte temperature alle 9,00 si sarebbe già dovuto scendere! Per questo motivo abbiamo optato per una discesa sulle piste che ci ha portato, sci ai piedi, passando in prossimità del Tunnel, in località Panice. Consiglio, in ogni caso, di scendere direttamente dalla punta del Pepino fino alla strada del sale ed evitare, come purtroppo ho fatto, il taglio a mezza costa verso il colle: la neve è marcia e si sprofonda fino al ginocchio. Il giudizio tiene conto della discesa sulla pista. 
Limone - S. Giovanni
15/01/2005
Angelo Meineri
3-Crostosa - ventata
-
-
-Sufficiente
-
-
Note :  
Limone Vallone di San Giovanni
19/12/2004
Fabrizio Ascheri
3-Crosta portante, prevalentemente
-
-
-Sufficiente
-
-
Note : Saliti per il vallone di S.Giovanni, seguito il torrente centrale, dopo un paio di ripiani si accede ad una conca e al pendio terminale. Neve dura, ventata, ma per gran parte portante. Poco vento, tempo bello e vista splendida (val Roya, mar mediterraneo, alpi liguri e marittime), bellissimo posto.