Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
Chiappera
02/11/2018
Marco Reineri
1-
-
-
-
-
-
Note : Finalmente è ripartita la stagione anche se con delle condizioni non molto favorevoli oggi. A dire il vero il fride oggi non lo abbiamo neanche visto, ma volevamo sciare su dei pratoni in quota e così ci siamo diretti nel maurin. Si parte sci ai piedi su 30cm di polenta, piu in su le condizioni migliorano ma la visibilità è nulla. Nei primi metri qualche curva e riuscita poi più nulla. Prima gita non ottimale ma contenti che la stagione è ripartita. Se fa freddo è un ottimo fondo. 
Chiappera
02/04/2018
Giuseppe Traficante
5-Dura ma con ottimo grip
-
-
-Alcuni canali sono quasi privi di neve
-
-
Note : Itinerario stupendo... adesso capisco la discreta frequentazione tra gli alpinisti virtuali. Alla salita diretta, abbiamo preferito il giro ad anello come descritto da Bruno Rosano. Fino al Colle Rui salita veloce, grazie all'esposizione e alla neve ben rigelata. Una volta scesi (si perdono 30 m) in val Fissela, siamo stati rallentati dal caldo e da un fastidioso zoccolo sotto le pelli. Una volta al colle Lauset una leggera brezza ci ha permesso di salire veloci in vetta. Scesi dal versante SO alle 11.30... neve spettacolare da cima a fondo. 
Centralina dopo chiappera
09/04/2017
Marco Reineri
4-Firm paura
-
-
-
-
-
Note : Dopo la bella farina di ieri oggi cambiamo esposizione e Valle. Saliamo al fride dal canale nord ovest dove la neve e crosta. Raggiunta la vetta scendiamo nella Valle di fissela su firm atomico. Ripellata per salire al Colle rui. Da qui ammiriamo il cervet in condizioni eccezionali ma non lo facciamo e andiamo al Colle dell' haigher. Da lì discesa fino alla macchina su neve bella e super liscia.... Gran giornata. 
Quota 1750 sulla strada per Grange Ciarvera
18/04/2015
Luciano Garuzzo
5-
-
-Ultimi 100 mt. con poca consistenza
-
-
-
Note : Eravamo indecisi su quale gita effettuare, poi abbiamo incontrato Ugo ,Riccardo con il figlio Andrea e amici che si dirigevano al Freide e ci siamo accodati. Saliti per il canale S.O. ,abbastanza svalangato in alcun parti. Dalla cima scesi per un canale che parte appena sotto la cima , con analoghe pendenze ,ma piu' a sinistra del canale di salita. I due canali si congiungono piu' sotto. Neve liscia morbida fin dalla partenza del canale che permetteva una sciata superlativa Dopo i primi 100 mt di pendenza sui 40°, la pendenza si attestava sui 35°. 600mt di firn , divertimento puro. Alcuni tratti slavangati sono stati sciuntati facilmente permettendo di sciare sul liscio fino al ponticello. 
Quota 1890 nei pressi del ponte delle Combe
18/04/2015
Ugo Bottari
4-solo 20 metri di ventata dura all'inizio
-
-consistenza appena sufficiente da q. 2300 in giù
-
-
-
Note : Grande soddisfazione aver forzato i tratti innevati ed essere arrivato con la 4x4 fino a 200 metri (in linea d'aria) dal Ponte delle Combe (utilizzando anche la pala che ogni bravo scialpinista porta con se ed io, pensando che potesse esser utile, l'avevo in macchina per la bisogna). Anche grande soddisfazione nella discesa lungo il canale NO (dopo esser saliti per il canale SO). Assai svalangato quest'ultimo mentre quello NO era praticamente liscio come un biliardo e con solo un paio di tracce precedenti. Solo i primissimi metri erano un po' delicati per la presenza di neve ventata dura e qualche roccetta da evitare. Neve assai dura in salita (rampant indispensabili) mentre quando si è trattato di salire con gli sci in spalla la neve era a tratti fastidiosamente cedevole. Peccato ! Anche grande soddisfazione la lunga sosta in cima, attendendo gli amici che hanno proseguito per l'Albrage e con cui mi sono riunito verso quota 2500. 
Strada sx orografica poco prima del ponte in alto quota 1900 circa
27/11/2011
Riccardo Murisasco
1-Canale completamente svalangato
-
-Farinella e crosta
-Sufficiente in basso buono in alto
-
-
Note : Seguendo la strada sterrata-asfaltata che sale a dx ( sx orograf. ) si calzano subito gli sci dove la slavina la interrompe a quota 1900 circa. Parte bassa crosta, poi farinella fino a quota 2450. Parte bassa del canale crosta " Gran Riserva " poi salendo nel canale la svalangatura e' totale. Siamo saliti con rassegnazione fino a quota 2800 e poi abbiamo lasciato perdere e siamo tornati indietro viste le pessime pessimissime condizioni. Quindi itinerario assolutamente non in condizione. Primo tratto di discesa ovviamente orribile e poi dai 2450 in giu' divertente su farinella e crosticina sciabile. 
Chiappera (Acceglio)
18/05/2010
Anna Garelli
1-dura a salire, marcia a scendere
-
-dura a salire, marcia a scendere
-abbastanza
-
-
Note : racconto da parte di sergio l'idea era di salire all' albrage vista la neve marmorea e il vento freddo, ho ripiegato su un pendio più solare anche qui, comunque, sono salito con neve dura, tant'è che ho lasciato gli sci piantati a circa 150 m dalla cima, per terminare la salita ramponi ai piedi nel brevissimo tempo di permanenza in cima, la neve è mollata di brutto e da circa 100 m sotto la cima si è ataccata una valanga di grandi dimensioni che ha interessato tutto il pendio di salita, raggiungendo il ripiano a 2350 m fatto difficile da prevedere in quanto ormai si pensava a una neve discretamente a posto e comunque non era immaginabile un rammollimento così repentino ciao discesa, perchè gli sci sono stati mangiati dalla valanga brutta esperienza non si possono dare 0 sci... 
chiappera
15/02/2004
renato roveta
5-primaverile
-
-
-giusta
-
-
Note :