Nelle stagioni scialpinistiche precedenti questa gita è stata effettuata in queste occasioni :
Località di partenza
Data effettuazione
Autore segnalazione
Giud.
(1-5)
Qualità neve
(alto - metà - basso)
Altezza neve
(in quota - metà - partenza)
q.1709 oltre S. Bernolfo
30/03/2019
Ugo Bottari
3-
-
-
-
-
-
Note : Sono salito da un canale a destra della cima e sono sceso da un altro, ottimamente esposto a sud-est, che (visto dal basso) è situato a sinistra della cima. In generale - come in quest'ultimo periodo - c'è un fondo assai duro, a tratti ghiacciato, sotto uno strato di neve che si può ammorbidire quanto basta per fare ottime discese. A patto di scegliere bene le esposizioni ed i tempi. Dalla cima - innevata - bisogna scendere per 20 metri su rocce instabili e poi su neve pessima a lame durissime pressochè insciabile; questo per poche decine di metri. Con un breve traverso, sempre sul lato francese, sono arrivato all'imbocco del canale di discesa che presentava una sola traccia di salita, peraltro assai evanescente. Su neve quasi sempre primaverile, evitando zone con neve dura ghiacciata, si arriva sci ai piedi alla macchina percorrendo, come ho fatto io, la strada ben innevata e abbastanza larga e liscia. C'è solo una breve interruzione di 10 metri. In alternativa l'innevamento del lato destro orografico è ancora sufficiente per arrivare nella zona in cui tutti o quasi hanno parcheggiato le loro autovetture. 
1 km sopra San bernolfo
25/05/2018
Giacomo Olivero
4-
-
-
-
-
-
Note : Rilassante giro tardo pomeridiano, sci ai piedi a 5 min dall'auto, 2 togli e metti nella parte bassa. Buon innevamento in alto, conca superiore ben svalangata. Bel cornicione per raggiungere la dorsale. 
S. Bernolfo
01/05/2018
Ugo Bottari
1-10 cm di farina su fondo duro
-con qualche zona di farina
-lievissimamente ondulata
-10-15 cm di neve nuova
-
-
Note : L'innevamento è ottimo; si parte e si arriva sci ai piedi alla macchina sia sul lato destro orografico (meglio) che su quello sinistro (lungo la strada). Il rigelo è eccellente tanto che i rampant sono pressochè indispensabili per gran parte del percorso. In corrispondenza della rampa di accesso ai pendii superiori cominciano a farsi vedere 2 dita di neve fresca che diventano una decina di cm più in alto; qualche zona è stata spazzata dal vento per cui rimane solo uno strato di neve dura giallastra. Mi son fermato all'uscita del canale, 60 metri sotto la cima, a causa del rapido peggioramento delle condizioni atmosferiche. In discesa la visibilità è stata pressochè nulla (con nevischio consistente) fino alla citata rampa. In questa zona e fino alla macchina non nevicava, la visibilità era discreta se non buona e la qualità della neve eccellente (persino da 4 sci). Il giudizio finale (e personale) risente del mancato raggiungimento della cima e soprattutto delle difficoltà incontrate nella prima parte della discesa a causa della visibilità - come già detto - pressochè nulla. 
strapeis
12/11/2017
Tommaso Guasco
3-
-
-compatta umida
-
-
-
Note : Partiti con gli sci ai piedi siamo saliti fini a San Bernolfo tenendoci a sinistra del fiume poi abbiamo continuato a sx fino ad pianoro dove poi a sx si prosegue per il passo di Barbacane oppure a dx si va verso la rocca Negra. tutta innevata la pista da fondo perciò agevole il rientro. non siamo riusciti ad arrivare in vetta per mancanza di neve portata via dal forte vento, sotto il 2300 m di quota neve farinosa e divertente a sciare. Sotto i 1700 neve compatta umida. 
s bernolfo, al ponte
09/04/2017
Anna Garelli
3-
-
-molle
-
-
-sulla sn salendo
Note : Noi siamo partiti un briciolo tardi e quindi in discesa ci siamo trovati la neve molle nella seconda parte; l' ambiente e' bellissimo; dalla cima ampie vedute anche sul versante francese; forse sta notte non ha gelato come doveva... si arriva sci ai piedi all' auto molte auto alla partenza, ma molti sono scesi mentre salivamo; in punta soli 
Ponte poco prima di San Bernolfo
12/04/2016
Giuseppe Goletto
4-
-
-
-
-
-
Note : Giornata azzeccata. Ottimo rigelo notturno. Neve dura che ci ha permesso una salita veloce e scorrevole pur con pendenze impegnative specie nell'ultimo tratto poco prima della cresta finale fatta a piedi per godere di una più lunga sciata al rientro su versante di salita (Barbacana) . Calzati rampant ultimo pendio prima di lasciare sci sullo spartiacque con la Valle Tinèè. Vento forte sulla cresta finale e in vetta. Discesa divertente e appagante su neve che ha mollato al punto giusto permettendoci belle curve in primaverile morbida a tratti rossa. Partiti e arrivati al ponte. Gita fattibile ancora per qualche giorno se le temperature resistono. Alle prossime Tante auto parecchie targhe svizzere al rientro. Un saluto alla coppia vista già al mattino che ha fatto anello Collalunga scendendo da Seccia. 
San Bernolfo
10/04/2016
Fabrizio Barbero
5-
-
-
-
-
-
Note : Belle condizioni in tutto 
un po' sopra s bernolfo
21/05/2014
Anna Garelli
3-primaverile con qualche chiazza di farina
-
-cominciano a esserci delle crestine
-
-
-
Note : oh era proprio rocca negra :) questa volta ho fatto l' identico percorso della volta scorsa: ultima parte con i ramponi per salire sullo spartiacque (a sn della cima salendo), scesa qualche metro, e risalita; però... ho toccato la bandierina gialla "namastè" attaccata al paletto di legno e ho fatto un giro intorno al cippo "F 1990", per essere proprio certa del fatto; in alto la neve è ancora molto bella, ha tenuto fino a tardi; noi siamo partiti sci ai piedi dopo le 11; oggi è andata bene perchè in basso la neve comincia a essere un po' irregolare e quindi è meglio che sia ben mollata amenità: la valutazione tiene conto del fatto che la prima volta (sci scarponi attachi nuovi) è emozionante, sì, ma uno è anche un po' maldestro... mentre salivamo, per lì a metà c'erano tre che scendevano, ma erano lontani, non so chi fossero se qualcuno vuole arrivare sci ai piedi all' auto non ha che da spalare un minuscolo pezzettino di neve che ingombra con sergio 
san bernolfo
18/05/2014
Franco Giraudo
3-primaverile
-
-primaverile
-
-
-
Note : Condizioni della montagna ottime!Ci siamo fermati sotto il pendio ripido che porta in cresta causa scarsa forma fisica, comunque bella discesa su neve primaverile un pò lenta nei ripiani superiori a causa leggera di una spolverata. 
parcheggio S. Bernolfo
15/05/2014
Luciano Garuzzo
4-primaverile
-
-primaverile firn
-
-
-
Note : Pochi minuti sci a spalla , poi neve continua fino al colle , 30 metri senza neve , poi sci ai piedi lungo la cresta fino a 10 metri dalla cima che si raggiunge per roccette. Scesi , alle 11,15 , per un ripido canale a sinistra della cima fino a congiungerci alla via di salita. Primi 70 metri di discesa nel canale su neve morbida un poco ravanata , poi neve primaverile molto divertente che ha permesso una godibilissima sciata fino in fondo . Il rigelo notturno e la temperatura , mai troppo alta , hanno mantenuto la neve in ottime condizioni anche nella parte bassa della discesa. Saluti ai due scialpinisti della Val Susa e di Collegno incontrati sulla cima e con cui abbiamo condiviso parte della discesa 
san Bernolfo
14/05/2014
Giacomino Bongiovanni
5-dura con un pelo di farina
-
-primaverile con farina umida
-
-
-
Note : Bella neve,un farinoso primaverile,bella la giornata con un cielo azzurrissimo,bellissimo il panorama dalla vetta con vista mare,salita con neve perfetta,complimenti a chi è riuscito salire interamente con gli sci ai piedi il pendio più ripido per arrivare alla dorsale di confine,(io ho preferito mettere sci in spalle)poi ancora una bella cavalcata panoramica di mezz’oretta per arrivare in vetta quasi con gli sci ai piedi dove ci hanno raggiunti due intrepidi francesi che sono saliti da Douans portando sci a spalle per oltre 1500 mt di dislivello per godere solo 500 mt di discesa con sci...stoicamente fantastici!!! Invece noi più fortunati discesa dalla parte opposta della salita andandoci al collegale col l’intinerario della Malaterra,inutile dire che la discesa è stata esilarante fino quasi all’auto. 
Parcheggio a monte di S.Bernolfo
10/05/2014
Orlando Collino
3-dura ma non rigelata
-
-marcetta alle 10,30
-
-
-
Note : Non rigelato, le stesse condizioni di domenica scorsa. La parte alta comunque con neve dura e sciabile da "averne sempre cosi"; la parte bassa non scorrevole ma ci accontentiamo. 
Q. 1690 a monte di S. Bernolfo
08/05/2014
Ugo Bottari
4-primaverile dura
-
-primaverile dura
-
-
-
Note : Giornata abbastanza fredda. Grazie a questo la salita si è svolta assai velocemente e la discesa, dopo un po' di impigrimento in vetta per aspettare che la neve mollasse e 4 chiacchere con altri scialpinisti trovati lungo il percorso e in cima, è stata ottima. Sono sceso da un canale che inizia 20 metri sotto la vetta trovandolo in verità un po' buferato da precedenti passaggi: neve primaverile dura con buon grip. Nei pianoretti la neve bianca era persino troppo dura (ma non ghiacciata). Più in basso la neve, come a volte capita in questa stagione, migliorava assai; sempre ben compatta e soda, mai traditrice. A mano a mano che scendevo la bianca diminuiva e la rossa si ammorbidiva, senza essere per nulla frenante. 
S Bernolfo
20/05/2013
Ugo Bottari
2-fresca ventata
-
-fresca umida
-accumuli da 2 metri
-
-
Note : Partiti con condizioni quasi invernali e neve portante in alcuni tratti e fresca da assestare in alto. Usato comunque molta prudenza in salita e scelto la via di discesa in alto meno pericolosa. Neve comunque mediocre in discesa e tutta da battere salendo, dopo aver abbandonato il Vallone di Collalunga. Curioso camoscio accucciato su roccette ed erba, probabilmente in condizioni non buone (vedi foto). Siamo saliti sulla Rocca Negra passando per il vallone di Laus Fer e non per quello di Barbacana come descritto nell'itinerario. 
S Bernolfo
20/05/2013
Roberto Peano
2-fresca ventata
-
-fresca umida
-accumuli da 2 metri
-
-
Note : Partiti con condizioni quasi invernali e neve portante in alcuni tratti e fresca da assestare in alto. Usato comunque molta prudenza in salita e scelto la via di discesa in alto meno pericolosa. Neve comunque mediocre in discesa e tutta da battere salendo, dopo aver abbandonato il Vallone di Collalunga. Curioso camoscio accucciato su roccette ed erba, probabilmente in condizioni non buone (vedi foto). Siamo saliti sulla Rocca Negra passando per il vallone di Laus Fer e non per quello di Barbacana come descritto nell'itinerario. 
San Bernolfo
15/05/2013
Riccardo Murisasco
3-Due dita di farinella su fondo compatto
-
-Primaverile morbida
-
-
-
Note : Con un po' di ravanamento si arriva al ponte ma non ne vale la pena. Conviene la strada sterrata che sale nel vallone. Partito sotto la pioggia, a quota 2200 inizia a nevicare e si parte con il festival dello zoccolo monumentale!!! Dopo ben tre stop x pulizia pelli e stesura liquido idrorepellente, maledico il fatto di non aver portato le pelli di riserva, mi carico gli sci a spalle e sprofondando non poco raggiungo la cima a piedi; praticamente mezza salita a ravanare!!! In cima mi preparo al volo sfruttando uno sprazzo di buona visibilità e scendo dal canale che parte direttamente dalla cima. Fondo molto duro ed irregolare con uno strato minimo di nuova farina sopra rendono questo primo tratto più difficile del previsto. Poi belle curve su fondo portante e farinella di maggio. In fondo primaverile umida sciabilissima. 
San Bernolfo
06/04/2012
Roberto Dolfini
2-crosta non portante e farina pesante
-
-marcia sfondosa
-buona copertura da q.1800
-
-
Note : Mancata la gita due settimane fa', abbiamo riproposto l'itinerario con traversata salendo nel vallone di Barbacana e discesa dai laghi Lausfer.La partenza e' stata incoraggiante, cielo sereno, discreto rigelo notturno,la nevicata di ieri faceva sperare in una bella gita.Man mano che salivamo , il cielo si è coperto e dalla Francia sono arrivate le nuvole riducendo la visuale ,in piu la neve circa 30 cm di fresca si è notevolmente appesantita alternandosi a crosta non portante . Solo qualche curva poi un continuo devallare per la scarsa visibilità. 
San Bernolfo
01/04/2012
Fabrizio Barbero
4-primaverile
-
-primaverile
-sufficiente
-
-
Note : Buone condizioni con neve primaverile ma che tende a cedere e essere sfondosa col caldo Parcheggio di San Bernolfo come quello di un supermercato per le compere di Natale 
ponte san Bernolfo
25/03/2012
Roberto Dolfini
4-trasformata
-
-trasformata
-buona copertura
-
-
Note : Saliti lungo l'itinerario dei laghi di Lausfer con un ottimo rigelo notturno e raggiunto q 2076 poi alcuni hanno proseguito per la cima altri per problemi tecnici si sono fermati. Ottima discesa sino al ponte su una neve vellutata . 
San Bernolfo
25/03/2012
Roberto Bazzano
4-Primaverile
-
-Primaverile
-20/60
-
-
Note : Salito lungo l'itinerario classico, molti ski alp sono saliti lato laghi di Laufser.Ottimo rigelo notturno, salito praticamente in solitario, incontrato 5 ski alp che scendevano alle ore 10.00. Disceso dalla vetta alle ore 11,50 ottimo Firn lungo tutto il percorso, molto bello e divertente meglio che in pista. Si parte e si arriva sci hai piedi fino al ponticello. 
ponte san Bernolfo
25/03/2012
Roberto Mandirola
4-trasformata
-
-trasformata
-buona copertura
-
-
Note : Saliti lungo l'itinerario dei laghi di Lausfer con un ottimo rigelo notturno e raggiunto q 2076 poi alcuni hanno proseguito per la cima altri per problemi tecnici si sono fermati. Ottima discesa sino al ponte su una neve vellutata . 
ponte san Bernolfo
25/03/2012
Giulio Salini
4-trasformata
-
-trasformata
-buona copertura
-
-
Note : Saliti lungo l'itinerario dei laghi di Lausfer con un ottimo rigelo notturno e raggiunto q 2076 poi alcuni hanno proseguito per la cima altri per problemi tecnici si sono fermati. Ottima discesa sino al ponte su una neve vellutata . 
San Bernolfo
21/03/2012
Riccardo Murisasco
4-Farina recente leggera
-
-farina recente leggera
-Sufficiente - discreta
-
-
Note : Arrivati a San Bernolfo in 4x4 con 25-30 cm di farina appena caduta, sembra che il tempo migliori, si intravedono le cime rosa ai primi raggi di sole. Partiamo sperando nel bel tempo ma ben presto tornano i nuvoloni. Tutto intonso che bello!!! Ci sono circa 25, 30 cm di nuova farina leggera su fondo duro ma bisogna prestare attenzione perchè è facile toccare sotto vista la conformazione del terreno. Saliamo verso la Rocca Negra con visibilità discreta in mezzo alle nuvole fino a quota 2350-2400, poi la situazione peggiora drasticamente in quanto si entra nelle nuvole basse e non si vede proprio più niente. Non poco... NIENTE. Cartina e bussola alla mano, sperando in un miglioramento proseguiamo fino a quota 2600 per poi lasciar perdere e tornare indietro. Sembrava di essere cieco, non ho neanche capito bene dove eravamo. Sarebbe stato utile non lasciare il GPS a casa per allenarsi un po'. Spelliamo ed iniziamo la discesa fedelmente accanto alla traccia di discesa fino a quota 2400. Da qui in giù divertimento da 5SCI con finalmente visibilità ritrovata e neve da urlo. La stupenda discesa ci ha ripagati della cima non raggiunta. PS La situazione è in costante e veloce mutamento quindi per il weekend le condizioni cambieranno ancora, anche in riferimento al pericolo valanghe se si rialzano le temperature. 
S. Bernolfo q. 1640
17/04/2011
Ernesto Brociero
4-primaverile ottima
-
-primaverile
-continua dalla macchina
-
-
Note : Bella neve primaverile su tutto il percorso. Fatto l'itinerario classico nel vallone di Barbacana; arrivati nella conca sotto la Rocca alcuni di noi sono saliti, al colle spartiacque, sci ai piedi con i coltelli, però con notevole fatica (4 dita di neve recente facevano spesso scivolare un po'); altri invece sono saliti sci in spalla (consigliabili anche se non indispensabili i ramponi). Nall'ultimo tratto di cresta manca la neve. 
Bagni di Vinadio (Vinadio)
13/04/2011
Bobo Santi
4-primaverile
-
-primaverile
-abbondante su tutto il percorso
-
-
Note : Partiti sci ai piedi dalla macchina (si arriva a San Bernolfo e si parte da quota 1640m). Risaliamo il vallone di Barbacana per poi piegare a destra e risalire il ripido canale centrale, nell'anfiteatro che rimane sotto Rocca Negra. A metà canale togliamo gli sci e raggiungiamo lo spartiacque Stura/Tinee sci in spalla senza utilizzare i ramponi. In vetta decidiamo di provare l'anello, scendendo il pendio che porta ai laghi del Lausfer. Nel primo tratto neve bella dura, vista l'esposizione e l'ottimo rigelo notturno, poi condizioni eccezionali su tutto l'itinerario fino alla macchina. 
Quota 1725 dopo S. Bernolfo
26/05/2010
Ugo Bottari
4-primaverile soda
-
-primaverile più morbida
-sufficiente
-
-
Note : Lascita la macchina davanti ad un cumulo di neve si deve camminare sulla strada fino a quota 1900 ca prima di poter calzare gli sci (in discesa sono 15 minuti esatti). Giunto sotto gli ultimi ripidi pendii finali ho seguito le indicazione del GPS che mi hanno portato sulla Roche Negre francese (2765 o 2773 m) e non sulla Rocca Negra italiana (2835 o 2840 m) che non si presentava molto bene: molto slavinata e con qualche taglio non rassicurante. In discesa non ci sono stati problemi di rammollimento della neve che ho trovato abbastanza liscia nella primo terzo ed assolutamente perfetta nella secondo terzo. Sono sceso in una valletta sospesa, parallela a quella di salita, che sono solito percorrere quanto sulla via normale ci sono molte tracce. Oggi non era passato nessuno da li. La via "nascosta" termina con uno stretto e ripido canale che riporta sulla via normale. Il terzo terzo è nella norma: un lungo traverso verso destra, un altro canale ancora parzialmente in ombra e un ultimo traverso prima di attraversare il rio a quota 1800 ove è giocoforza togliersi gli sci. 
San Bernolfo
07/06/2009
Fabrizio Barbero
4-estiva
-
-estiva
-molta in alto
-
-
Note : Si arriva alla neve con l'auto Molta gente oggi su tutti gli itinerari. Neve più che assestata 
Bagni di Vinadio (Vinadio)
13/04/2008
Ugo Bottari
4-gessosa
-
-bella primaverile
-abbondante in alto, al limite da Strepeis a S Bernolfo
-
-
Note : Partiti con poco convinzione in merito alla meteo, poi ricredutici e deciso per mete (troppo) ambiziose, vista quantità di neve caduta in alto, e assolutamente non assestata su pendii accentuati. Abbiamo pertanto desistito in salita a quota 2730. Per la giovane età (sic !!) abbiamo errato anche nella valutazione dei pendii di discesa: pensavamo infatti di poter scendere un breve canale fatto anni fa e che -essendo basso di quota- non avrebbe dovuto essere carico. Viceversa affacciandoci, ci siamo ricreduti...e -visto che ci teniamo alla pelle e molto- abbiamo rimesso le pelli e risalito 140m sino alla normale via di discesa. Neve bella al di sotto di 2500m, gessosa ma "negoziabile" al di sopra. Da S Bernolfo a scendere manca già neve per alcuni -brevi- tratti: occorre quindi togliere e rimettere gli sci. 
Bagni di Vinadio (Vinadio)
13/04/2008
Roberto Peano
4-gessosa
-
-bella primaverile
-abbondante in alto, al limite da Strepeis a S Bernolfo
-
-
Note : Partiti con poco convinzione in merito alla meteo, poi ricredutici e deciso per mete (troppo) ambiziose, vista quantità di neve caduta in alto, e assolutamente non assestata su pendii accentuati. Abbiamo pertanto desistito in salita a quota 2730. Per la giovane età (sic !!) abbiamo errato anche nella valutazione dei pendii di discesa: pensavamo infatti di poter scendere un breve canale fatto anni fa e che -essendo basso di quota- non avrebbe dovuto essere carico. Viceversa affacciandoci, ci siamo ricreduti...e -visto che ci teniamo alla pelle e molto- abbiamo rimesso le pelli e risalito 140m sino alla normale via di discesa. Neve bella al di sotto di 2500m, gessosa ma "negoziabile" al di sopra. Da S Bernolfo a scendere manca già neve per alcuni -brevi- tratti: occorre quindi togliere e rimettere gli sci. 
Capanna di Corborant
02/06/2004
renzo dirienzi
4-morbida
-
-
-non molta
-
-
Note : Si parte dalla Capanna di Corborant, raggiungibile in auto. Con un paio di togli e metti si giunge sotto la vetta e si prosegue a piedi (no attrezzatura). Dalla vetta a piedi ho ancora raggiunto per cresta un po' movimentata (EE+, 45 minuti a/r) il Beccas di Corborant m. 2807. Neve morbida ma che stava smollando. 
S. Bernolfo
30/05/2004
Roberto Peano
4-primaverile, ottima la rossa
-
-
-sufficiente, sci alla macchina
-
-
Note : Gita piacevole, resa interessante da discesa varia, stimolata e galvanizzata dalla presenza del prode Kanalin, col quale -insieme al fido Ugo- siamo andati alla ricerca di Kanali.... Bella la neve "rossa" di deserto, mentre la bianca a Nord risulta essere di pessima qualità. L'itinerario in alto, tanto di salita quanto di discesa, è stato vs Barbacana a SW